Di seguito riportiamo le domande più frequenti (DPF) che riceviamo dai nostri lettori su ZENIT.

 

Cos'è ZENIT? 

ZENIT è un'agenzia di informazione internazionale senza scopo di lucro, realizzata da un'équipe di professionisti e volontari convinti della straordinaria ricchezza del messaggio della Chiesa cattolica, in particolare della sua dottrina sociale, come luce per comprendere l'attualità. 

 

Chi è il proprietario di ZENIT? 

Proprietaria e editrice di ZENIT in tutte le lingue è Innovative Media Inc., Società no-profit dello Stato di New York (USA) che è anche titolare di questo sito web e dei diritti d'autore di tutti i contenuti in esso pubblicati, tranne i testi per i quali sia esplicitamente citato che la titolarità dei diritti appartiene a qualche altro soggetto. 

 

Qual è la finalità di ZENIT? 

Informare, con la massima professionalità e fedeltà alla verità, e con l'utilizzo più efficace possibile delle tecnologie disponibili, sul "mondo visto da Roma"; vale a dire, attraverso il messaggio del Papa e della Santa Sede, informare su: i grandi avvenimenti della Chiesa nel mondo, gli argomenti, i dibattiti, gli eventi che interessano particolarmente la vita dei cristiani dei cinque continenti. 

 

Che tipo di informazioni posso trovare su ZENIT? 

La copertura garantita dai servizi informativi di ZENIT è rivolta soprattutto a: 

- attività del Papa: viaggi, documenti, incontri con Capi di Stato ed eminenti personaggi in campo sociale, culturale e religioso. Le attività del Santo Padre e i suoi interventi vengono riportati con una particolare attenzione. Le sue parole sono uno stimolo alla riflessione non solo dei cattolici. 

- interviste con uomini e donne della Chiesa e con personalità del mondo della politica, della cultura e dello spettacolo su tematiche di particolare interesse. 

- attualità internazionale, con particolare attenzione a questioni di interesse per i cristiani e la vita della Chiesa Cattolica. 

- attualità del Vaticano: attività diplomatica, iniziative umanitarie, attività culturale, profili dei "leader" della Chiesa Cattolica. 

- inchieste esclusive su argomenti di interesse sociale, politico e religioso al centro del dibattito pubblico. Con particolare attenzione vengono trattati i temi riguardanti la difesa della vita e della famiglia, la giustizia sociale, i problemi di bioetica, eutanasia, aborto, contraccezione, il rispetto dei diritti umani, la violazione della libertà religiosa, la persecuzione dei cristiani nel mondo. 

 

Perché è nata ZENIT? 

Nell'équipe di professionisti e volontari è sempre stata ed è ben presente la convinzione della straordinaria ricchezza del messaggio della Chiesa cattolica, in particolare della sua dottrina sociale, come luce per comprendere l'attualità. 

Constatiamo, allo stesso tempo, che questa ricchezza è molto poco conosciuta nel panorama informativo, motivo per il quale ci sforziamo di presentarla in Internet nel modo più efficace possibile. 

 

Quando è nata ZENIT? 

Nel Maggio del 1997 sono iniziati i servizi informativi di ZENIT in lingua spagnola. 

Successivamente, con la crescita dell'agenzia, sono via via iniziate le edizioni nelle altre lingue: nel Gennaio del 1998 in Inglese, nel Gennaio del 1999 in Francese, nell'Ottobre del 1999 in Tedesco, nell'Aprile del 2003 in Portoghese, nel Marzo del 2004 in Italiano e infine nel Novembre del 2006 in Arabo. 

 

Com'è nata ZENIT? 

E' nata dall'iniziativa di alcuni giornalisti convinti del successo che avrebbe potuto avere in tutto il mondo la diffusione dell'informazione religiosa, e in particolare dell'attualità riguardante il Papa e la vita della Chiesa cattolica, utilizzando le grandi opportunità comunicative che all'epoca (nel 1997) lo sviluppo tecnologico stava iniziando a rendere accessibili a tutti, con costi estremamente limitati: in particolare la posta elettronica e Internet. 

Nei primi tre anni di vita, alcune consistenti donazioni dell'Organizzazione "Aiuto alla Chiesa che Soffre", della Conferenza Episcopale Italiana e della Congregazione dei Legionari di Cristo hanno dato fiducia a questo progetto e hanno permesso la nascita dell'agenzia e la sua crescita iniziale.

 

A chi si rivolge ZENIT? 

L'informazione di ZENIT è per i mezzi di comunicazione che ne fanno un uso professionale, ma anche per qualsiasi lettore che desidera ricevere direttamente sul suo computer, in qualsiasi parte del mondo, un'informazione diretta e affidabile sulle attività del Papa, sul Magistero e la vita della Chiesa cattolica, sui grandi avvenimenti, gli argomenti, i dibattiti, gli eventi di interesse mondiale “visti da Roma”. 

Attualmente i mezzi di comunicazione che usano ZENIT in tutto il mondo sono più di 100.000 e la loro tipologia è estremamente variegata: piccoli e grandi canali televisivi e radiofonici, giornali e riviste, portali, pagine web, bollettini diocesani e parrocchiali, piccoli notiziari... 

Lo stessa enorme varietà la troviamo anche tra le organizzazioni e tra le singole persone che ricevono ZENIT. Tra le centinaia di migliaia di lettori che ricevono ogni giorno i servizi via email troviamo rappresentate praticamente tutte le possibili attività umane. 

Come dimostrano le testimonianze veramente impressionanti che riceviamo, tra i nostri lettori sono tantissime le persone e i missionari che vivono in realtà difficili con scarsissime risorse e che grazie alla ricezione gratuita di ZENIT hanno a disposizione una via di informazione diretta e in tempo reale che consente loro di sentirsi più vicini alla Chiesa di Roma. 

Allo stesso tempo, riteniamo che la Chiesa cattolica abbia molta influenza sulla formazione dell'opinione pubblica mondiale e un ruolo attivo nella configurazione delle tendenze sociali e geopolitiche globali. Indipendentemente dal fatto di essere più o meno d'accordo con le sue posizioni di carattere sociale o morale, la sua voce non può essere ignorata in analisi, dibattiti o discussioni che perseguano l'obiettività e la pluralità. 

Riteniamo pertanto che offrire un'informazione professionale sui temi di interesse religioso, e in particolare sull'azione e le posizioni della Chiesa cattolica, possa rappresentare un servizio di interesse per chiunque, qualunque sia il suo credo religioso. 

 

Dov'è ubicata ZENIT? 

Innovative Media Inc., proprietaria ed editrice di ZENIT in tutte le lingue, è una Società no-profit dello Stato di New York (USA). E' registrata in diversi Stati degli Stati Uniti d'America e attualmente ha la sua sede in Georgia. 

In realtà non esiste una sede fisica in cui è ubicata la Redazione di ZENIT. Possiamo perfettamente affermare che ZENIT non ha uffici: il suo ufficio è la rete. 
Questo non solo ci ha permesso di ridurre costi elevati, ma fa anche sì che qualsiasi persona possa collaborare a questo progetto informativo, a tempo pieno o part-time, da qualsiasi angolo del pianeta. 

Le più di 50 persone che oggi lavorano in ZENIT sono distribuite in 11 paesi (USA, Spagna, Francia, Italia, Germania, Austria, Inghilterra, Brasile, Messico, Australia, Libano) e sono tutte in continua comunicazione attraverso la rete. 

 

Posso visitare la Redazione? 

In realtà non esiste una sede fisica in cui è ubicata la Redazione di ZENIT. Possiamo perfettamente affermare che ZENIT non ha uffici: il suo ufficio è la rete. 

Questo non solo ci ha permesso di ridurre costi elevati, ma fa anche sì che qualsiasi persona possa collaborare a questo progetto informativo, a tempo pieno o part-time, da qualsiasi angolo del pianeta. 

 

ZENIT rappresenta il Vaticano? 

ZENIT è un'agenzia di notizie indipendente e professionale, che non appartiene al Vaticano né lo rappresenta.

L'agenzia ha assunto come criterio di redazione "Il mondo visto da Roma", vale a dire attraverso il suo lavoro informativo vuole offrire una visione del mondo com'è vista e proposta dalla Santa Sede.

Per offrire questo lavoro mantiene relazioni con i vari organismi della Santa Sede, in particolare con il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, ma sempre a partire dall'indipendenza che è propria del suo lavoro informativo.

 

E' necessario pagare per ricevere le notizie di ZENIT? 

No. La ricezione e l'utilizzo di ZENIT sono gratis per chiunque ne faccia un uso personale. 

Viceversa, a chi fa un uso professionale di ZENIT, ai mezzi di comunicazione e alle Organizzazioni applichiamo delle tariffe per l'utilizzo e la ripubblicazione delle notizie. 

Ad ogni modo, siccome la nostra priorità è la massima diffusione delle informazioni, siamo disposti a personalizzare le tariffe adattandole a ogni tipo di situazione. 

Invitiamo a consultare la pagina "condizioni d'uso" per trovare informazioni utili sui nostri criteri nella definizione delle tariffe personalizzate e su come mettersi in contatto per ottenere il permesso di pubblicazione delle notizie di ZENIT. 

 

Chi finanzia ZENIT? 

Coerentemente con la sua natura "no-profit", ZENIT ha scelto di favorire al massimo la diffusione delle sue notizie e, partendo da questo principio, ha rinunciato ad una distribuzione limitata solo ai sottoscrittori a pagamento. 

E' per questa ragione che ZENIT offre gratuitamente il suo servizio informativo a tutti coloro che fanno un "uso personale" delle notizie, e mette a disposizione un'ampia possibilità di tariffe personalizzate a chi ne fa un uso professionale, ai media della comunicazione e alle Organizzazioni le cui finalità siano legate all'evangelizzazione e che versino in difficoltà economiche. 

Di conseguenza, il ruolo fondamentale nella vita e nello sviluppo di ZENIT è rivestito dai suoi lettori che, con le loro donazioni, sono realmente gli assoluti protagonisti nel sostegno economico e, quindi, nell'esistenza e nella crescita di ZENIT. 

Come si può infatti constatare dal budget annuale, le donazioni coprono il 90% delle entrate e, in particolare, l'80% proviene dai contributi dei lettori. 

ZENIT è veramente un'agenzia che vive di un sostegno diffuso di massa da parte dei suoi
lettori. 

 

ZENIT ha un orientamento ideologico? 

ZENIT ha come criterio editoriale "Il mondo visto da Roma", vale a dire la visione della Santa Sede sull'attualità mondiale. In questo senso, non è un'agenzia né di sinista né di destra, né conservatrice né progressista.

La sua bussola è la dottrina sociale della Chiesa, raccolta dal «Compendio» pubblicato dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.