150 "Custodi del Creato" a Roma con Papa Francesco

Gli studenti catanesi parteciperanno alla Udienza generale di mercoledì 27 novembre

Catania, (Zenit.org) Giuseppe Adernò | 747 hits

Mercoledì 27 novembre l’Udienza di Papa Francesco avrà come partecipanti oltre novemila ragazzi “custodi del creato”, provenienti da tutta Italia.

L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione Sorella Natura che ha sede ad Assisi e che, tramite le delegazioni regionali, è presente in tutto il territorio nazionale.

Saranno rappresentate tutte le regioni d’Italia, afferma con soddisfazione il presidente della Fondazione Roberto Leoni, il quale da tempo segue e coordina questa manifestazione, quale eco della precedente Udienza speciale con Papa Benedetto XVI in Sala Nervi il 28 novembre del 2011. “Papa Francesco, sin dai primi giorni del suo Pontificato ha sostenuto la difesa del creato ed i ragazzi “custodi del creato” testimoniano questa speciale attenzione all’educazione ambientale e al rispetto della natura. Il progetto didattico Ambientiamoci a scuola, promosso dalla Fondazione Sorella Natura, risponde a questo specifico compito educativo”.

In occasione dell’Udienza del 2011 gli studenti sono stati investiti da Papa Benedetto XVI del titolo di “custodi del creato” ed in questi anni hanno messo in atto progetti di educazione ambientale secondo le regole della saggia ecologia  e dello spirito francescano.

La delegazione regionale della Sicilia, guidata e coordinata dal preside Giuseppe Adernò, ha organizzato il viaggio coinvolgendo studenti della Provincia di Catania e di Enna.  

La delegazione catanese che prevede oltre 150  sarà rappresentata dai ragazzi sindaci dei rispettivi centri etnei, i quali avranno modo di incontrare Papa Francesco.

La visita è stata preparata dalla composizione di un elaborato sul tema “Perché il Papa si chiama Francesco” e numerosi sono stati gli studenti che hanno aderito all’iniziativa. I lavori più significativi saranno presentati al Papa ed alcuni  brani saranno letti in Piazza San Pietro in attesa dell’arrivo del Papa.

Al termine dell’Udienza, tutte le scuole presenti riceveranno una piantina di noce da mettere a dimora nel giardino della scuola in occasione della giornata del 29 novembre, anniversario della proclamazione di San Francesco patrono d’Italia.

L’organizzazione del viaggio ha come centro focale l’Udienza pontificia che si concluderà nel pomeriggio del 27 novembre con la visita ai Musei Vaticani, alla Cappella Sistina e al Museo delle Carrozze, e prevede inoltre la visita istituzionale al Quirinale, a Montecitorio e a Palazzo Madama, sedi della Presidenza della Repubblica, della Camera dei Deputati e del Senato. Gli studenti ed i componenti dei Consigli Comunali dei Ragazzi avranno così l’opportunità di “incontrare” le Istituzioni, visitando le sedi istituzionali di governo dello Stato.

Un momento didattico aggiuntivo è stato riservato agli studenti, i quali visteranno la mostra della scuola italiana al Ministero dell’Istruzione: “La  storia della scuola: Dal libro cuore alla lavagna digitale” e la mostra su “Archimede: arte e scienza dell’invenzione" allestita presso i Musei Capitolini.