200.000 copie numero speciale della rivista "San Francesco"

Padre Fortunato, 4 ottobre momento che scuoterà la storia

Assisi, (Sanfrancesco.org) | 239 hits

E' stato stampato in 200.000 copie il numero speciale della rivista San Francesco patrono d'Italia, edita dal Sacro convento di Assisi, interamente dedicato al pellegrinaggio di Papa Francesco ad Assisi, il 4 ottobre. La rivista, aperta da un editoriale del direttore padre Enzo Fortunato - ''Sarà un momento che scuoterà la storia'' - e da una riflessione del custode del Sacro convento, padre Mauro Gambetti - ''L'attesa è diventata fervente'' - contiene contributi e saggi di editorialisti - i direttori del Corriere della sera, Ferruccio de Bortoli, e di Repubblica, Ezio Mauro - religiosi, teologi, storici, tutti puntati sui significati dello storico evento dell' ''incontro'' fra Papa Francesco e San Francesco.

''Ad Assisi - osserva nel suo intervento il presidente del Pontifico consiglio della cultura, il cardinale Gianfranco Ravasi - Papa Francesco intuirà ancora una volta nel viso di quel Santo che 'da Cristo prese l'ultimo sigillo' delle stimmate, come scrive Dante, molti lineamenti che gli sono cari e che proprio in questi primi mesi del suo pontificato ha voluto far brillare''. C'e' anche un articolo del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: ''Abbiamo bisogno dello Spirito di Assisi''.

Nella copertina, l'artista Felice Feltracco immagina con un disegno l'abbraccio fra San Francesco e Papa Francesco, mentre il lupo, le colombe e gli uccelli fanno festa.

Nella parte finale della rivista - tradotta in inglese, in arabo e in braille - vengono indicati i luoghi francescani che verranno toccati dal pellegrinaggio di Papa Francesco del 4 ottobre - dalla chiesa di San Damiano fino al Santuario di Rivotorto - con schede che, attingendo alle fonti francescane, descrivono il ruolo che hanno avuto nella avventura umana e spirituale di Francesco d'Assisi. Senza dimenticare la prima tappa del pellegrinaggio del Papa, l'istituto Serafico, che accoglie e cura bambini e ragazzi affetti da gravi disabilita' plurime. ''Chi ha la fortuna  di incontrarli - ha sottolineato la presidente dell'istituto,  Francesca Di Maolo - si accorge che il Serafico non e' luogo di sofferenza, ma di grazia. I sorrisi e la gioia di questi ragazzi e' incredibilmente diretta e arriva al cuore, perche' rinnova il messaggio di amore che san Francesco, guardando le piaghe di Cristo crocifisso, ha ricordato al mondo''.