23 Legionari di Cristo ordinati diaconi nella Solennità dei SS. Pietro e Paolo

I nuovi ordinati provengono da Argentina, Canada, Cile, Germania, Italia, Messico, Stati Uniti

Roma, (Zenit.org) | 360 hits

Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia ha ordinato  diaconi 23 Legionari di Cristo la mattina del 29 giugno 2013 nella Cappella del Centro di Studi Superiori della Legione di Cristo a Roma. Nell’omelia Mons. Boccardo ha sottolineato le caratteristiche specifiche dell’ordine del diaconato, soffermandosi su aspetti come la vocazione, il servizio e l’obbedienza.

A proposito della vocazione, all’inizio dell’omelia ha ricordato che: «È il vescovo che autentica la vostra vocazione, però non è lui che la conferisce. La vocazione viene dal Signore Gesù nel suo Santo Spirito. La comunità cristiana vi accoglie come doni di Dio per la propria edificazione e il servizio però non è la fonte originale né della vostra scelta né della vostra decisione. Tutto è grazia e tutto viene da Dio che si è fatto presente nella vostra vita. Guardando alla vostra piccolezza, ha chiesto il dono di voi stessi con umiltà e semplicità e adesso viene verso di voi nel dono dell’ordine sacro per farvi segni e strumenti del suo amore per gli uomini».

Più avanti, a proposito del servizio ha detto: “Per mezzo del sacramento che oggi ricevete, siete costituiti nella Chiesa ministri qualificati della carità e del servizio. Il ministero diaconale, infatti, così come appare nel libro degli Atti degli Apostoli e nella tradizione viva della Chiesa, sottolinea il dono del servizio come tipica funzione ecclesiale. Voi eternamente sarete segno sacramentale della vocazione al servizio, per mezzo della quale si perpetua, nella Chiesa, l’atteggiamento di Cristo, servo di Yahvé, venuto, non per essere servito ma per servire […]. Entrando attraverso il diaconato, nell’ordine sacro voi non aspirate a posizioni di prestigio personale ma in umiltà e generosità mettete tutta la vostra vita a disposizione degli altri».

Infine, mettendo in relazione il tema del servizio con quello dell’obbedienza ha detto: «In questo spirito di servizio porterete la testimonianza e lo stimolo dove sarete inviati: nella carità attiva, nell’evangelizzazione missionaria, nella liturgia della Parola e, soprattutto, nell’Eucaristia, siate immagini trasparenti e gioiose del ministero conferitovi. […] Poi andrete per i cammini benedetti della saggezza di Dio e dell’obbedienza. Andrete come servi e non come padroni; come amici e non come dominatori; come servi di Cristo e amministratori dei misteri di Dio. E da parte sua Dio benedica le vostre famiglie che vi hanno dato la libertà di questa scelta e conforti coloro che vi hanno preparato. Il “sì” umile e tremolante che oggi pronunciate vi accompagni come croce e come gloria per tutta la vita e faccia di voi segni credibili dell’amore di Dio».

Alla cerimonia delle ordinazioni, hanno accompagnato i novelli diaconi alcuni familiari arrivati a Roma da diverse parti del mondo, le comunità dei Legionari e i gruppi di consacrate e consacrati del Regnum Christi presenti a Roma, con P. Sylvester Heereman, L.C. vicario generale della congregazione.I nuovi diaconi provengono da sette Paesi: Argentina, Canada, Cile, Germania, Italia, Messico e Stati Uniti.Nel gruppo degli ordinati c’è Alberto Carrara, italiano, laureato in biotecnologie mediche, esperto di neurobioetica e docente di filosofia  presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum; Georg Rota, tedesco, che ha studiato pianoforte in conservatorio; Luciano Núñez, cileno, che sviluppa un progetto di catechesi attraverso i video “Imparare Roma”; Frederick Keiser e Matthew Schmitz, originari degli Stati Uniti, che hanno elaborato programmi di formazione in inglese sotto il nome di “The brothers in Black” su Youtube; Matthew Schneider, canadese che ha un blog sulla Nuova Evangelizzazione.

Il diacono Esteban Zamudio, degli Stati Uniti, ha detto: «Tutta la cerimonia è stata molto bella però le litanie dei santi, mentre eravamo prostrati, mi ha fatto ricordare che non sono solo in questo cammino ma che viviamo la comunione dei santi che dal cielo intercedono per me per portare avanti questa missione».A questi nuovi diaconi se ne aggiungono cinque che sono stati ordinati recentemente a Guadalajara, a San Luis Potosí, in Messico, e anche a Meaux, in Francia.

Nel mese di agosto riceveranno l’ordinazione diaconale altri tre Legionari a San Paolo, in Brasile. Nel mese di dicembre del 2013, tutti questi diaconi saranno unti sacerdoti dal Cardinale Velasio De Paolis, Delegato Pontificio per la Legione di Cristo e il Regnum Christi. I nuovi sacerdoti legionari di Cristo del 2013 dovrebbero essere 31.