A Varese la Steadfast presenta: "Mmadi, l'operato di un sacerdote"

In una mostra fotografica la grande opera umanitaria di padre Emmanuel M. P. Edeh

Varese, (Zenit.org) | 288 hits

Presso Villa Puricelli in Varese, la Steadfast Onlus presenta il titanico lavoro di un umile servo di Dio, Padre Emmanuel M. P. Edeh, tramite la mostra fotografica “Mmadi”.

Villa Puricelli offre assistenza sanitaria individuale a pazienti fragili con patologie croniche evolutive invalidanti medio gravi o pluripatologie che determinano una non autosufficienza. Luogo perfetto per presentare la figura di Padre Edeh. Figura che ha fatto molto per i più indifesi e fragili. L’intento della Steadfast è di far conoscere l’operato di quest’uomo che dopo gli studi di dottorato in Filosofia, compiuti in America, tornando nel suo Paese natale, la Nigeria, ha trovato una Nazione lacerata dalla Guerra del Biafra.

Da un semplice orto, coltivato per sfamare i suoi concittadini, ha preso forma tutto il suo operato. Dal pensiero filosofico di “Mmadi”, da lui ideato, che in lingua locale Igbo, vede l’uomo come essere buono di per sé, incapace di fare altro che il Bene, poiché creato da Dio che è l'essenza del Bene, ne consegue che tutte le azioni dell'Essere Umano sono naturalmente protese al Bene e questo spiega l'impegno che Padre Edeh ha profuso nel suo Paese in tutti questi anni.

Infatti, Padre Emmanuel ha fondato in Nigeria diverse Università, centri di accoglienza per i disagiati, centri di avviamento al lavoro, ospedali ed il Centro per la Pace, Giustizia e Riconciliazione di Elele. Qui Padre Edeh ha risolto, negli ultimi 30 anni, circa 15 milioni di riconciliazioni, in mancanza delle quali, un numero impressionante di dispute avrebbe avuto chissà quali conseguenze in un Paese già difficile per gli aspetti descritti poc’anzi. Padre Edeh ha dimostrato al mondo intero che un modello di pace, di sviluppo della cultura e della tutela della dignità umana, può funzionare anche in un Paese difficile come la Nigeria.

La mostra che in un reportage fotografico, si è articolata in cinquanta opere scattate dal Project Developer della Steadfast, Pierpaolo Cioeta, è stata visitata dagli abitati della Villa e dalle persone giunte appositamente per l’evento.

“È stato molto bello raccontare la storia di Padre Edeh con la presenza di persone che vivono e sentono quella fragilità, tanto curata da Padre Emmanuel”, ha commentato il Presidente della Steadfast, Emmanuele Di Leo. “Vedere occhi che capiscono e si immedesimano in quegli scatti da una emozione indescrivibile”, ha continuato il Presidente.

Padre Edeh lavora molto con le persone diversamente abili, nelle sue università sono stati edificati ospedali e centri di accoglienza, dove i più vulnerabili, non solo vengono curati ma anche reinseriti nel tessuto societario e lavorativo. Infatti Padre Emmanuel ha pensato di costruire delle piccole ditte che lavorano per la realizzazione di beni fondamentali come il pane o l’imbottigliamento dell’acqua, chi lavora per la realizzazione di questi beni fondamentali, sono tutte persone diversamente abili che percepiscono uno stipendio e si sento utili per il prossimo.

In ultimo il Presidente Di Leo afferma: “Il pensiero di “Mmadi” è di una semplicità disarmante, ma la sua portata è immensa. La nostra speranza è che molte persone possano capire, anche in occidente, che se un solo sacerdote, in un contesto difficile come quello nigeriano, è riuscito a fare queste straordinarie cose, allora, forse, anche in occidente, molti problemi potrebbero essere risolti in maniera analoga”.