"Accogliamo la Parola con la gioia dello Spirito Santo"

È il tema della 36° Convocazione Nazionale dei Gruppi e delle Comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo, in programma a Rimini dal 25 al 28 aprile

Roma, (Zenit.org) | 655 hits

“Accogliamo la Parola con la gioia dello Spirito Santo” (cfr 1Ts 1,6) sarà il tema della 36° Convocazione Nazionale dei Gruppi e delle Comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo. Una risposta all’invito rivolto da Benedetto XVI al RnS “…E continuate a testimoniare la gioia della fede!”.

Il più importante appuntamento nazionale del RnS, nell’Anno della Fede, è in programma dal pomeriggio di giovedì 25 aprile fino a domenica 28 aprile, presso la Fiera di Rimini.

Il programma delle quattro giornate, consultabile sul sito www.rns-italia.it, prevede: momenti di preghiera comunitaria, celebrazioni eucaristiche, liturgie penitenziali, confessioni sacramentali, preghiera d’invocazione dello Spirito sui giovani, sulle famiglie, sulle persone sole, sui sacerdoti, l’adorazione comunitaria con animazione spirituale “Roveto Ardente” per la consolazione, la liberazione e la guarigione, preghiera per le Chiese perseguitate, testimonianze, relazioni, incontri di testimonianze e di evangelizzazione dedicati ai giovani, alle famiglie e ai sacerdoti.

Tanti gli ospiti attesi, tra cui: il card. Vinko Puljić, arcivescovo di Sarajevo; mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione; mons. Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia; mons. Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini; mons. Santo Marcianò, arcivescovo di Rossano-Cariati; Padre Raniero Cantalamessa,  predicatore della Casa Pontificia.

Presenza d’eccezione il vescovo ausiliare e pro-vicario della diocesi di Buenos Aires, mons. Eduardo Horacio García, per dieci anni al fianco del card. Jorge Mario Bergoglio, oggi papa Francesco. Renderà un racconto inedito della storia del pontefice: “Da padre Bergoglio a papa Francesco”, tracciando il profilo umano, spirituale, sociale dell’episcopato di Bergoglio.

Significativi gli spazi di protagonismo per i giovani, le famiglie e i sacerdoti con sessioni loro dedicate, per segnalare la loro soggettività sociale ed ecclesiale e un nuovo loro protagonismo in vista della “nuova evangelizzazione”. Speciale attenzione sarà riservata alle Chiese perseguitate, con la presenza di testimoni provenienti dalla Siria, dall’Iraq, dall’Egitto, dalla Nigeria, dall’Eritrea.

Come da tradizione, i padroni di casa della Convocazione saranno: il presidente nazionale RnS, Salvatore Martinez che detterà le conclusioni della Convocazione; il coordinatore nazionale RnS, Mario Landi; il direttore RnS, Marcella Reni; il consigliere spirituale nazionale RnS, don Guido Pietrogrande sdb; i membri del Comitato Nazionale di Servizio e del Consiglio Nazionale RnS.

Il Servizio Nazionale della Musica e del Canto, orchestra sinfonico-ritmica con coro polifonico di circa 100 elementi, avrà il compito di animare e raccordare le varie sessioni, di coinvolgere attivamente i partecipanti durante i momenti di preghiera e le celebrazioni.

Sempre nei padiglioni della Fiera, parallelamente alla Convocazione “per adulti”, si assoceranno 3 Meeting: Baby, Bambini e Ragazzi divisi per fasce d’età: 3-5, 6-10 e 11-14 anni.

L’incontro – ha dichiarato il presidente Martinez - sarà intanto una grande occasione per enfatizzare la gioia che attraversa la Chiesa tutta per la recente elezione di papa Francesco. Il sofferto e audace gesto di “rinuncia” di Benedetto XVI ha profeticamente procurato una grande effusione di Spirito Santo al mondo intero. Il tema della nostra 36ª Convocazione Nazionale parla di gioia, di una gioia speciale, divina, che non conosce la morte. È proprio la gioia di Gesù Signore che manca al nostro mondo, animato da passioni tristi e bisognoso di un vero rinnovamento! È la gioia di Gesù vivo e operante che dà splendore alla fede nella Chiesa e favorisce la “nuova evangelizzazione”. Benedetto XVI ha spalancato dinanzi a noi la porta della fede: la attraversiamo ora con il passo amorevole di Papa Francesco. Alla Convocazione di Rimini accadono e si ripetono ogni anno segni straordinari di conversione e guarigione, di consolazione e liberazione. Ed ecco ritornano a fiorire e a germogliare il Vangelo sulle labbra degli uomini, i carismi in attività nella storia, la passione nel servizio a tutti gli uomini. Grande spazio sarà riservato alla preghiera: niente più della preghiera cambia la storia e risolve le crisi spirituali in atto. Il programma di quest’anno avrà pagine di straordinaria attualità. Protagonisti i giovani, le famiglie, i sacerdoti, ma anche testimoni di Chiese perseguitate d’Asia e d’Africa. Per ricordare agli uomini che la forza che vince il mondo è la fede!

Sarà possibile seguire da casa la 36° Convocazione Nazionale dei Gruppi e delle Comunità del RnS su Telepace e su Radio Maria.