Accolta dal Papa la Fiaccola benedettina per la pace di ritorno dalla Terra Santa

| 557 hits

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì 17 marzo 2004 (ZENIT.org).- La Fiaccola di San Benedetto al rientro dalla sua missione di pace in Terra Santa, è stata accolta questa mattina in Vaticano da Giovanni Paolo II durante l’Udienza generale del mercoledì.



“E’ presente poi un numeroso pellegrinaggio di fedeli di Spoleto-Norcia, accompagnati dal loro Arcivescovo Monsignor Riccardo Fontana”, sono state le parole di saluto del Santo Padre, che ha così accolto anche i circa 4.000 studenti umbri, provenienti dalle scuole elementari, medie e superiori e residenti nella diocesi di Spoleto-Norcia, giunti a piazza San Pietro per questa occasione.

“Con loro c’è la Delegazione reduce dai Luoghi Santi e recante con sé la Fiaccola benedettina della pace, accesa nei giorni scorsi a Nazaret: dopo l’odierna sosta a Roma, essa proseguirà verso Norcia”, ha poi aggiunto.

“Cari Fratelli e sorelle, - ha detto loro il Papa – mi compiaccio per il vostro rinnovato impegno per la concordia fra i popoli. Auspico che la vostra Regione, terra di S. Francesco e di S. Benedetto, sia sempre più consapevole dei valori spirituali che hanno forgiato il pensiero, l’arte e la cultura dell’Italia e dell’Europa”.

La Fiaccola, come è ormai tradizione, è stata poi accolta e benedetta dal Santo Padre durante un’udienza nella Sala Nervi, mentre nel pomeriggio sarà ricevuta in Campidoglio dal vicesindaco di Roma, l’on. Maria Pia Garavaglia.

Nella mattinata di domani, 18 marzo, alle ore 11, la delegazione si recherà a palazzo Montecitorio dal Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini, prima di rimettersi in viaggio per visitare le abbazie di San Pietro in Valle a Ferentillo, di San Felice a Sant’Anatolia di Narco, di Sant’Eutizio a Preci e ad Arquata del Tronto, giungendo in seguito a Norcia la sera del 20 marzo, per l’inizio delle Solenni Celebrazioni in onore del santo Patrono d’Europa.

Per saperne di più sulla tradizione della Fiaccola benedettina “Pro Pace”, leggere il servizio realizzato precedentemente dalla nostra redazione: Servizio Zenit, 8 marzo 2004.