Accordo tra le case editrici del Coordinamento delle University Press Italiane

La LUP firma un Protocollo per la definizione dei criteri di scientificità

Roma, (Zenit.org) | 257 hits

Il Coordinamento delle University Press Italiane ha redatto un protocollo per la definizione dei criteri di scientificità delle pubblicazioni di alta divulgazione. Il Protocollo, ad oggi siglato da 14 delle 15 University Press facenti parte del Coordinamento, mira a sviluppare una proposta operativa che possa definire adeguati criteri di validità scientifica e individuare concrete procedure di attribuzione dello status di "pubblicazione scientifica" a quei prodotti della ricerca che potranno essere presentati per le diverse istanze di valutazione, dai Nuclei di Valutazione all'Abilitazione Scientifica Nazionale, dalla Valutazione della Qualità della Ricerca ai progetti nazionali ed europei. La certificazione potrà essere documentata attraverso l'apposizione nel colophon del volume del logo UPI accompagnato dall'indicazione "Opera sottoposta a peer review secondo il protocollo UPI".

Il Protocollo stabilisce che, per potersi definire scientifica, una pubblicazione dovrà avere un carattere di originalità e presentarsi in una forma che permetta la verifica e il riuso in attività di ricerca. La lingua utilizzata e la distribuzione dovranno rendere accessibile la pubblicazione ai ricercatori potenzialmente interessati. La sede editoriale - rivista, collana, monografia, sito web - dovrà infine assicurare l'esistenza sistematica di una peer review esterna e con carattere di terzietà. Alla base dell'intero processo valutativo ci dovrà essere un percorso trasparente e tracciabile. La definizione di tale Protocollo rientra nel quadro generale delle iniziative progettate dal Coordinamento UPI (University Press Italiane) nato nel 2009 con l’obiettivo di sostenere la diffusione delle pubblicazioni di qualità legate ai risultati della ricerca scientifica italiana nel circuito della comunicazione accademica a livello nazionale e internazionale.