Albino Luciani, una "sorpresa di Dio"

Domani, un convegno in Vaticano su Papa Giovanni Paolo I promosso da L'Osservatore Romano e il Messaggero di Sant'Antonio

| 878 hits

CITTA' DEL VATICANO, mercoledì, 7 novembre 2012 (ZENIT.org) - A cento anni dalla nascita di Albino Luciani, Papa Giovanni Paolo I, L’Osservatore Romano e il Messaggero di sant’Antonio promuovono insieme un convegno di studio*, dal titolo: Ostensus magis quam datus.

L’incontro che si terrà in Vaticano domani, giovedì 8 novembre, alle ore 9.45, nell’Aula vecchia del Sinodo, si aprirà con il saluto di Giovanni Maria Vian, direttore de L’Osservatore Romano e proseguirà con gli interventi di Ugo Sartorio, Gianpaolo Romanato, Roberto Pertici, Sylvie Barnay, Juan Manuel de Prada. La conclusione è affidata a Francesco Moraglia, patriarca di Venezia.

Il convegno offrirà anche l’occasione per presentare l’edizione del centenario del volume di Albino Luciani Illustrissimi. Lettere ai Grandi del passato, con la postfazione di Giovanni Maria Vian. Il volume è una raccolta di tutte le lettere che l’allora patriarca di Venezia pubblicò sul Messaggero di sant’Antonio dal 1971 al 1974, indirizzandole a personaggi storici e mitici di tutti i tempi e luoghi.

«I testi di Luciani – scrive Vian nella postfazione – non risentono del quarantennio trascorso da quando il patriarca li scrisse. Certo, qua e là nel tono e nel linguaggio la distanza temporale si avverte, ma di più colpiscono la lucidità e l’intelligenza con le quali sono affrontati temi cruciali della contemporaneità in rapporto con la necessità dell’annuncio del Vangelo e ancor più della testimonianza, indispensabile per la sua credibilità… È insomma una sguardo ampio e sorridente quello del patriarca scrittore, espressione di un umanesimo cristiano che lo avvicina a Francesco di Sales, il santo della gentilezza, che ricorre una quindicina di volte in questo epistolario e al quale Luciani indirizza una lettera. Ed è una scrittura gentile la sua, ottenuta con una prosa semplice ma sorvegliata, a tratti desueta, non di rado benevolmente ironica, ma calda e coinvolgente… In apparenza semplici, le quaranta lettere del patriarca sono in realtà testi studiatissimi e meritano di essere non solo riletti, ma analizzati: come distillato di una sapienza, nutrita da una solida formazione culturale, che si dimostra capace di parlare con efficacia per spiegare alla contemporaneità la tradizione cristiana». 

Il Messaggero di sant’Antonio, in occasione del centenario della nascita di Giovanni Paolo I, ha voluto pubblicare altri due volumi, accessibili a tutti, dedicati al «Papa del sorriso». Il primo si intitola Albino Luciani. Le sorprese di Dio con l’introduzione di Francesco Moraglia, patriarca di Venezia, è stato scritto con tono divulgativo dal giornalista e scrittore Piero Lazzarin, già caporedattore del Messaggero di sant’Antonio che, in tale veste, ha avuto il privilegio di collaborare con il futuro Papa.

«È chiaro che tutti noi, probabilmente,  – scrive il patriarca Moraglia nell’introduzione  –  non riusciamo ancor’oggi a cogliere fino in fondo la grandezza della “sorpresa” e la portata del regalo che Dio stesso ha voluto offrirci chiamando Albino Luciani sul soglio di

Pietro per un mese e poco più. Un tempo umanamente brevissimo e, si direbbe, irrilevante. Eppure possiamo esserne certi: il Signore non si sbaglia mai. E allora, anche se fatichiamo a capire tutto e a comprendere il “perché” ha fatto questo, non ci mancano tuttavia (se riflettiamo con attenzione) gli elementi per intuire almeno qualcosa e accendere qualche “luce”».

L’altro volume si rivolge invece ai piccoli: si tratta de Il sorriso del Papa. Albino Luciani – Giovanni Paolo I, di Maria Loretta Giraldo e di Nicoletta Bertelle. È la storia della vita di Giovanni Paolo I da leggere ai bambini attraverso alcuni dei tanti piccoli ricordi sorridenti e lieti che Albino Luciani ha seminato sulla sua strada.

* Per partecipare al convegno è necessario confermare la presenza al numero: 06 69899303; convegnoluciani@santantonio.org; vati1010ossrom.va