All'Angelicum un incontro sul dialogo giudaico-cristiano

Il cardinal Koch e il rabbino Bemporad, protagonisti dell'iniziativa promossa dal Centro Giovanni Paolo II per il Dialogo Interreligioso

| 953 hits

ROMA, giovedì, 10 maggio 2012 (ZENIT.org) – Sarà il Cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani e della Commissione della Santa Sede per i Rapporti Religiosi con l'Ebraismo, a tenere l'edizione 2012 dell'Annuale Berrie Lecture promossa dal Centro Giovanni Paolo II per il Dialogo Interreligioso.

La Lecture, giunta alla sua quinta edizione, avrà luogo, mercoledì 16 maggio, alle 16, nell'Aula Minor della Pontificia Università San Tommaso d'Aquino di Roma (Largo Angelicum).

Immediatamente dopo la Lecture, il porporato, insieme al Rabbino Jack Bemporad, direttore del Centro Giovanni Paolo II per il Dialogo Interreligioso, terranno una conferenza stampa.

Building on Nostra Aetate: 50 Years of Christian-Jewish Dialogue” è il titolo dell’intervento del cardinal Koch, dedicato alla storia, allo sviluppo e al corrente stato dei rapporti fra Ebrei e Cristiani a partire dal momento in cui quella Dichiarazione del concilio Vaticano II stabilì la base di un sistematico dialogo della Chiesa Cattolica Romana con il popolo ebreo.

“Siamo estremamente felici  - afferma il Rabbino - di avere con noi una persona con il background ecumenico ed la profonda esperienza di dialogo interreligioso, orientato alla costruzione continua delle relazioni fra cattolici ed ebrei, quale è il Cardinale Koch. Il suo impegno costante a questo fine, nel corso di tutta la sua vita, testimonia chiaramente  le sue capacità e la sua volontà di incidere profondamente nelle relazioni interreligiose”.

La Berrie Annual Lecture è uno dei più importanti eventi organizzati dal John Paul II Center for Interreligious Dialogue (Centro Giovanni Paolo II per il Dialogo Interreligioso), nato grazie alla partnership fra la statunitense Russell Berrie Foundation e la Pontificia Università San Tommaso d'Aquino.

Quest’anno la Fondazione e l’Università Pontificia hanno convenuto di sponsorizzare una prestigiosa Lecture annuale dedicata alla mutua comprensione fra le religioni, in onore del lavoro svolto in questo campo da Papa Giovanni Paolo II. Il dialogo interreligioso è, infatti, la chiave per comprendere e affrontare le sfide religiose ed etiche dei nostri tempi.

Obiettivo del Centro è, dunque, costruire ponti fra cattolici, ebrei e le altre fedi, fornendo alla prossima generazione di leaders religiosi gli strumenti per una vasta comprensione e per una più ampia attenzione ai temi interreligiosi.

*

Per ulteriori informazioni:
www.jp2center.org.