All'Università Europea un documentario per denunciare la tratta delle donne

Domenica 6 aprile, la proiezione di "Nefarious", film americano di Benjamin Nolot che pone in luce la cruda realtà di questa piaga sociale

Roma, (Zenit.org) Redazione | 313 hits

Domenica 6 aprile 2014 dalle ore 15,30, alll’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190), si terrà la proiezione del documentario americano Nefarious, il Mercante di anime, diretto e prodotto da Benjamin Nolot. L’Università Europea di Roma è partner ufficiale dell’iniziativa a favore della proiezione del documentario  che illustra la drammatica diffusione a livello internazionale della tratta delle donne.

La pellicola mette in luce la cruda realtà della tratta delle donne e come questa sia drammaticamente diffusa in ogni continente. Interviste, riprese e storie di vita scoprono le maschere fatte di sorrisi e mascara, sotto le quali è possibile trovare solo la solitudine di ogni donna sfruttata, dimenticata da una sensibilità sociale incapace di porre fine a questa schiavitù. 

Al fine di risvegliare la nostra attenzione e per mettere in discussione metodi e teorie capaci di regolamentare o risolvere questa disagio, il regista sottolinea in modo marcato come viene alimentato il fenomeno della prostituzione, da dove provengono le donne e come è strutturato il sistema criminale dietro le quinte di ogni strada o appartamento.

La proiezione gratuita è promossa dal Rotaract Club Roma EUR in collaborazione con l’Associazione Schiavitù Mai Più e da un insieme di associazioni di giovani e istituzioni che sono sensibili alla tematica in esame.

In seguito alla proiezione, interverranno il Generale di Brigata Gaetano Maruccia Comandante della Legione Lazio Carabinieri e un Capitano dell’Arma esperto nell'analisi investigativa sulla tratta delle donne, il Vescovo Lorenzo Leuzzi, l'Assessore alle politiche sociali di Roma Capitale Rita Cutini, Katia Pacelli del Progetto Salvamamme e Sarah Bennetch dell’Associazione Schiavitù Mai Più.