"Anche i deboli, i malati, i non nati, i poveri, sono capolavori della creazione di Dio"

Il messaggio di Papa Francesco ai cattolici delle Isole britanniche per la Giornata per la vita

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 489 hits

Difendere "il valore inestimabile della vita umana" dal concepimento fino alla morte naturale. E' questo il messaggio che Papa Francesco ha lanciatoai cattolici di Irlanda, Scozia, Inghilterra e Galles che, in date diverse, celebrano l‘annuale Giornata per la vita sul tema "Custodisci la vita. Ne vale la pena".

Il tema è tratto da un'omelia dell’allora cardinale Jorge Mario Bergoglio pronunciata, nel 2005, durante una Messa in onore del patrono delle donne incinte, San Raimondo Nonnato, religioso spagnolo del XIII secolo che, secondo la tradizione, venne estratto dal corpo della madre deceduta il giorno precedente.

Nel vibrante messaggio del Pontefice si legge: “Anche i più deboli e i più vulnerabili, i malati, gli anziani, i non nati e i poveri, sono capolavori della creazione di Dio, fatti a sua immagine, destinati a vivere per sempre, e meritevoli della massima riverenza e rispetto”. La preghiera del Papa è quindi che la Giornata “contribuisca ad assicurare che la vita umana riceva sempre la protezione che le è dovuta”. 

Obiettivo principale dell’edizione 2013 della Giornata per la vita è infatti concentrare l’attenzione sulle categorie deboli, spesso vittime di quella "cultura dello scarto" preminente nella società attuale, come più volte ha ribadito Papa Francesco. Quindi i bambini non nati e le loro madri, gli anziani, le persone con intenti suicidi e le loro famiglie.

Come spiegano due note della Cbcew, la Conferenza dei vescovi inglesi e gallesi e della Icbc, la Conferenza episcopale irlandese - riprese dalla Radio Vaticana - con questo evento si vuole “favorire un clima di compassione e attenzione che sostenga la vita anche nei momenti e nelle circostanze personali più difficili”.

In Scozia, la Giornata per la vita viene celebrata nell’ultima domenica di maggio; in Inghilterra e Galles il prossimo 28 luglio; mentre in Irlanda ricorre la prima domenica di ottobre. In vista dell’appuntamento del 28 luglio, la Conferenza episcopale inglese e gallese ha già avviato la sua campagna di promozione dell'evento pubblicando sul sito ufficiale www.dayforlife.org diversi sussidi e materiale informativo e inviando più di mezzo milione di volantini a tutte le parrocchie del Regno Unito. I fondi raccolti con la colletta per la Giornata saranno destinati alla “Anscombe Bioethics Centre”.