Anche la cittadella internazionale di Loppiano in preghiera per la pace

Dalle 19.00 alle 23.00 gesti, testimonianze e preghiere di pace dal mondo, con la partecipazione di fedeli di diverse Chiese Cristiane e di varie Religioni

Roma, (Zenit.org) | 391 hits

A partire dalle 19.00 Anche la cittadella internazionale di Loppiano (Firenze) si raccoglie in preghiera in questa giornata invocata da papa Francesco per la pace in Siria e in Medio Oriente. Cittadini, ospiti e quanti lo desiderano si riuniranno presso il Santuario Maria Theotokos in contemporanea con il Santo Padre e i fedeli raccolti in Piazza San Pietro e in tutto il mondo.

Si inizierà con una Messa per la  pace in cui verranno nominati i Paesi in guerra in ogni continente, mentre la preghiera del Padre Nostro verrà recitata in contemporanea nelle numerose lingue parlate dagli oltre 700 abitanti di 60 Paesi che vivono a Loppiano.

Sul sagrato antistante il santuario si proseguirà con la lettura del testo dell'Angelus con cui domenica scorsa il papa ha convocato la Giornata ed in seguito, persone provenienti dai cinque continenti, nelle loro lingue e nei costumi tipici, rivolgeranno preghiere a Maria Regina della Pace.

Si proseguirà con il collegamento in diretta con Piazza San Pietro e l’ascolto del messaggio del papa. Seguiranno gesti, testimonianze e preghiere di pace delle Chiese cristiane rumeno-ortodossa e russo-ortodossa. Anche alcuni fedeli musulmani, buddisti e di religione ebraica esprimeranno le loro invocazioni per la pace.

Persone provenienti da Siria, Egitto, Terra Santa, USA e Russia offriranno a Dio l’incenso, segno di preghiera e di fratellanza, speranza di un mondo nuovo e di pace. Violet della Siria intonerà poi un canto di preghiera in lingua araba. Seguirà la lettura di brani sulla Pace di Papa Francesco, Madre Teresa di Calcutta, Chiara Lubich.

Verrà letto anche il messaggio della presidente dei Focolari Maria Voce, in questi giorni in Giordania, in visita alle comunità del Medio Oriente. La seconda parte della veglia proseguirà con l’adorazione eucaristica e si concluderà con un ulteriore collegamento con Piazza San Pietro per la benedizione del S. Padre. Come in Piazza San Pietro, anche presso il Santuario di Loppiano saranno disponibili diversi confessori per chi lo desiderasse.