"Annunciare Cristo nell'era digitale"

Dal 5 al 7 dicembre, la Plenaria del Pontificio Consiglio per i Laici

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 689 hits

Si terrà dal 5 al 7 dicembre, a Roma, presso Villa Aurelia, la XXVI Assemblea plenaria del Pontificio Consiglio per i Laici sul tema «Annunciare Cristo nell’era digitale». Un tema già stabilito da Benedetto XVI e ora confermato da Papa Francesco. "Si tratta di una delle questioni più caratterizzanti del nostro tempo - afferma un comunicato - un tema particolarmente attinente alla missione dei fedeli laici nel mondo contemporaneo e a cui il Magistero pontificio degli ultimi anni non ha mancato di dedicare importanti interventi".

La terza giornata dell’Assemblea sarà riservata alla revisione e alla valutazione di proposte riguardanti i programmi futuri del Dicastero. La scelta del tema risponde a diverse sollecitazioni rilevanti. Innanzitutto, prosegue la nota, "è sembrato importante ribadire come l’impegno nel campo delle comunicazioni rientri in primo luogo nella vocazione e nella missione dei fedeli laici, chiamati all’animazione e al perfezionamento dell’ordine temporale per orientarlo a Dio per mezzo di Cristo" (cfr. Concilio Vaticano II, Decreto sull’apostolato dei laici Apostolicam Actuositatem, n. 7).

"È quanto mai urgente che i fedeli laici prendano piena coscienza delle nuove sfide che il rapido sviluppo della tecnologia delle comunicazioni pone di fronte alla Chiesa. Inoltre, l’ultimo Sinodo dei Vescovi sulla nuova evangelizzazione e la recentissima Esortazione apostolica di Papa Francesco Evangelii gaudium hanno posto fortemente l’accento sulla natura missionaria della Chiesa, quindi sull’importanza di non trascurare nessun ambito della vita dell’uomo contemporaneo perché possa giungere a tutti la bellezza e la gioia dell’annuncio del Vangelo. È indubbio che l’ambiente digitale sta diventando uno dei più rilevanti tra questi ambiti". Infine, nella definizione del programma e nella scelta dei relatori - si legge nel comunicato - "si è voluto prestare particolare attenzione alla situazione reale dello sviluppo del 'mondo digitale', evitando le facili semplificazioni in un senso o in un altro, dovute da un lato a un eccessivo entusiasmo che non vuole vedere i rischi e i problemi che il web sta ingenerando, tra i giovani ma non solo; dall’altro achiusure pregiudiziali, che vedono solo rischi e finiscono per impedire il retto uso delle nuove straordinarie possibilità offerte da internet".

La partecipazione ai lavori in assemblea è riservata ai membri e consultori del Pontificio Consiglio per i Laici. La struttura del programma prevede nella prima giornata una relazione introduttiva, tenuta dal cardinale Stanisław Ryłko, Presidente del Dicastero, sull’annuncio del Vangelo nel mondo globalizzato, con particolare attenzione al Magistero. Seguiranno le relazioni del prof. Mario Pollo, sul mondo virtuale e i suoi sviluppi, del prof. Tonino Cantelmi, sulla struttura psicologica e l’identità dell’uomo contemporaneo che utilizza i nuovi mezzi, e di Padre Antonio Spadaro, sull’evangelizzazione nella rete.

La seconda giornata sarà caratterizzata da due importanti tavole rotonde. La prima affronterà le problematiche emerse dal diffondersi di internet, e sarà affidata a illustri rappresentanti del mondo della psichiatria, della psicologia e della scienza delle comunicazioni, che tratteranno dei social network (Vincenzo Comodo), dei “nativi digitali” (Michela Pensavalli), della violenza in relazione alla rete, delle diverse dipendenze da web (Luigi Janiri) e della emergente tecno- religiosità (Angelo Romeo). La tavola rotonda del pomeriggio sarà dedicata alle grandi opportunità offerte da internet, nel campo dell’informazione (Michele Zanzucchi), della presenza istituzionale in rete (Daniel Arasa), delle iniziative di solidarietà nate e favorite dalla rete (Michel Roy) e sui metodi di educazione all’uso di internet (Jonah Lynch).

La relazione di mons. Claudio Maria Celli, Presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, sulla presenza cristiana nella rete e sulle prospettive future concluderà il secondo giorno dei lavori. Il terzo giorno sarà dedicato alla presentazione del sito del Pontificio Consiglio per i Laici (Francesca Acito), alla relazione di mons. Clemens, Segretario del dicastero, sul lavoro svolto e sui programmi del Pontificio Consiglio per i Laici, e soprattutto all’udienza del Santo Padre, vero coronamento della nostra Assemblea plenaria.