Annunciati i patroni e intercessori della GMG di Rio

L'annuncio è stato dato durante una cerimonia si è svolta domenica 27 maggio nel santuario di Nostra Signora della Penha

| 1016 hits

ROMA, mercoledì, 30 maggio 2012 (ZENIT.org).- Domenica 27 maggio davanti a migliaia di fedeli nel santuario di Nostra Signora della Penha de França, nel corso di una solenne celebrazione presieduta dall'arcivescovo di Rio de Janeiro, monsignor Orani João Tempesta, sono stati annunciati i patroni ed intercessori della Giornata Mondiale della Gioventù (GMG), che si terrà nel 2013 nella città carioca. 

I patroni, che sono cinque, indicano ai giovani - come veri maestri e padri spirituali - il cammino verso la santità. Sono Nostra Signora di Aparecida, san Sebastiano, sant'Antonio di Sant'Anna Galvão, santa Teresa del Bambino Gesù ed infine il beato Giovanni Paolo II.

Gli intercessori per la prossima GMG sono tredici. Si tratta di santa Rosa da Lima, santa Teresa delle Ande, la beata Laura Vicuna, il beato José de Anchieta, la beata Albertina Berkenbrock, la beata Chiara Luce Badana, la beata Suor Dulce, il beato Adilio Daronch, il beato Pier Giorgio Frassati, il beato Isidoro Bakanja, il beato Ozanam, san Giorgio e i santi André Kim e compagni.

Mons. Tempesta, che è anche presidente del Comitato Organizzatore Locale della GMG Rio 2013, ha sottolineato durante la cerimonia che i patroni e intercessori sono uomini e donne che si sono lasciati guidare dallo Spirito Santo. Sono dunque un modello per tutti gli uomini, in particolare per i giovani.

La storia personale di ciascuno di loro ispira a coltivare le virtù e dimostra che la santità nella vita concreta di ogni giorno è possibile, facendo il bene, lavorando nel sociale, testimoniando il Signore ed essendo felice.

“Collochiamo nelle mani di Dio, sotto l'intercessione di Maria e di tutti i santi e intercessori della GMG Rio 2013, tutti i giovani e quelli che verranno in Brasile il prossimo anno”, così ha detto il presule durante la celebrazione, coincisa con la solennità di Pentecoste e con la chiusura del mese mariano.