Annunciato un incontro dell’episcopato cattolico e della Chiesa d’Inghilterra (anglicana)

Il prossimo novembre a Leeds

| 502 hits

LONDRA, giovedì, 4 maggio 2006 (ZENIT.org).- Il desiderio di sviluppare la “testimonianza cristiana comune” è uno dei motivi dell’incontro che riunirà, il prossimo novembre, la Conferenza episcopale cattolica di Inghilterra e Galles e l’episcopato della Chiesa d’Inghilterra (anglicana).



La riunione di presuli dei due organismi e delle due denominazioni è prevista all’Hinsley Hall (Leeds) il 14 e il 15 novembre, secondo quanto ha annunciato un comunicato del “Catholic Communications Network” – l’ufficio per i rapporti con i media della Conferenza episcopale cattolica di Inghilterra e Galles.

“Questo incontro avrà un carattere fraterno – spiega –, basato sulla preghiera condivisa, sul dialogo e sul desiderio di un maggiore sviluppo della nostra testimonianza cristiana comune”.

Il comunicato osserva che l’incontro di novembre nasce dalle raccomandazioni della Commissione Anglicano-Cattolica Preparatoria di Malta, la cui celebrazione ha avuto luogo nel 1968.

Dello studio delle raccomandazioni si è poi incaricata la Commissione Internazionale Anglicano-Cattolica per l’Unità e la Missione (IARCCUM).

L’ARCIC (Commissione Internazionale Anglicano-Cattolica) – istituita nel 1970 – e la IARCCUM – attiva dal 2000 – sono le due strutture attraverso le quali si porta avanti il dialogo teologico tra cattolici e anglicani.

L’ARCIC concentra il suo lavoro sui temi di controversia teologica tra cattolici e anglicani. La IARCCUM ha come fine quello di rafforzare gli obiettivi dell’ARCIC, oltre a sviluppare strategie volte a tradurre in gesti concreti il grado di comunione spirituale raggiunto.

Il dialogo convocato dal Papa Paolo VI e dall’Arcivescovo di Canterbury – Michael Ramsey – nel 1966 è stato quindi stabilito dopo quattro anni.

La prima fase del lavoro dell’ARCIC (1970-1981) si è tradotta nelle dichiarazioni sull’Eucaristia, sul ministero e in due dichiarazioni sull’autorità nella Chiesa; la seconda fase (dal 1983 ad oggi) include le dichiarazioni sulla salvezza e sulla giustificazione, sulla natura della Chiesa, ulteriori studi sull’autorità della Chiesa ed ora sul ruolo della Vergine Maria nella dottrina e nella vita della Chiesa.

Mentre il documento “Maria: Grazia e Speranza in Cristo” presentato nel maggio 2005 e frutto del lavoro dei 18 membri dell’ARCIC ha completato la seconda fase del lavoro di questa Commissione mista.

Per celebrare il XL anniversario dell’incontro dell’Arcivescovo Michael Ramsey con Paolo VI e la creazione del Centro Anglicano a Roma, il Primate della Comunione Anglicana – l’Arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams – ha annunciato poco più di un mese fa che incontrerà Benedetto XVI il prossimo autunno in Vaticano.

L’evento di quarant’anni fa ha segnato l’inizio del dialogo tra anglicani e cattolici nato nel contesto del Concilio Vaticano II.