Approvata una dichiarazione all’ONU contro ogni tipo di clonazione umana

| 788 hits

NEW YORK, martedì, 8 marzo 2005 (ZENIT.org).- L’Assemblea Generale dell’ONU ha adottato questo martedì una dichiarazione che chiede agli Stati membri di proibire tutte le forme di clonazione umana, inclusa la cosiddetta clonazione “terapeutica”, poiché incompatibili con la dignità umana e la protezione della vita.



La dichiarazione è stata approvata, dopo un intenso dibattito, con 84 voti favorevoli, 34 contrari e 37 astenuti.

Il testo era già stato approvato da una commissione legale dell’ONU il mese scorso.

Sebbene le delegazioni nazionali si siano trovate d’accordo sulla messa al bando della clonazione come mezzo di riproduzione, il dibattito si è fatto particolarmente intenso a partire dall’anno 2002 sulla possibilità di permettere la clonazione degli embrioni al fine di sacrificarli per scopi scientifici.

La proposta di proibire ogni tipo di clonazione è stata promossa dal Governo del Costa Rica, con l’appoggio degli Stati Uniti.

Non si tratta di un trattato internazionale che vincola le decisioni dei singoli Paesi in materia, ma che ha piuttosto un carattere di raccomandazione politica.