Ascoltare la vita, raccontare la Parola

Dal 27 al 29 settembre 2013 a Roma il Convegno Presidenti e Assistenti unitari diocesani di Azione Cattolica

Roma, (Zenit.org) | 297 hits

Con il convegno dei suoi Presidenti e Assistenti unitari diocesani, in programma questo fine settimana a Roma, presso la Domus Pacis, si apre idealmente il percorso assembleare che segnerà nei prossimi mesi la vita dell’Azione Cattolica Italiana. Come in un incastro che si compone per momenti successivi, il cammino interesserà le realtà parrocchiali, poi le associazioni diocesane, quindi il livello regionale, per culminare nella XV assemblea nazionale, in programma dall’1 al 4 maggio 2014, chiamata ad eleggere il nuovo Consiglio nazionale.

Il tema scelto per l’appuntamento dei responsabili Ac è “Ascoltare la vita, raccontare la ParolaL’Ac per la missione della Chiesa”,l’obiettivo è essere sempre più uomini e donne di speranza. Per questo - come ci ha ricordato Papa Francesco nel corso del suo recente viaggio in Sardegna - occorre «Guardare in faccia la realtà, conoscerla bene, capirla, e cercare insieme delle strade, con il metodo della collaborazione e del dialogo, vivendo la vicinanza per portare speranza. Mai offuscare la speranza! Non confonderla con l’ottimismo - che dice semplicemente un atteggiamento psicologico - o con altre cose. La speranza è creativa, è capace di creare futuro».

La speranza cristiana si declina in lavoro, famiglia, scuola e sia alimenta di generosità, di altruismo e rifugge dall’individualismo. Richiamando la prolusione del card. Angelo Bagnasco al Consiglio permanente della Cei, lo scorso lunedì, si può dire a ragione che «la persona esiste soltanto nella misura in cui esiste per gli altri e, al limite, che essere significa amare». Perché ciò avvenga, «sono necessari gli sforzi concentrati e costanti degli operatori culturali ed educativi ad ogni livello». Un invito che l’Azione Cattolica fa proprio e che sarà occasione di riflessione nel corso dei lavori dell’assise romana.

Venerdì 27, nel programma del Convegno, con inizio dei lavori alle ore 17.00, la tavola rotonda “Domande di vita”, a cui partecipano: Silvia Landra, psichiatra e psicoterapeuta presso la seconda casa di reclusione di Milano Bollate e direttrice della fondazione Casa della Carità; Piccola Sorella Anna Amelia di Gesù, vive con le famiglie del Lunapark di Ostia; Donatella e Giuliano Sechi, coppia di imprenditori, fondatori e direttori della Vitajò srl di Sassari; Ambrogio Sparagna, etnomusicologo, fondatore e direttore dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Modera Gennaro Ferrara, giornalista di TV2000. A seguire, la meditazione biblica “Quelli che troverete chiamateli (Mt 22,114)” guidata da Sabino Chialà, monaco della Comunità di Bose.

Sabato 28, dopo la Celebrazione eucaristica presieduta da mons. Paolo Selvadagi, vescovo ausiliare della diocesi di Roma, spazio ai Focus tematici di approfondimento sulla bozza di documento assembleare. La serata è dedicata a Carlo Carretto, con spettacolo “Al di là delle cose” a cura di Ancilla Oggioni e Federico Cerida.

Domenica 29, dopo la Celebrazione eucaristica presieduta da mons. Domenico Sigalini, Assistente ecclesiastico generale dell’Ac e vescovo di Palestrina, la ripresa dei lavori, la relazione conclusiva di Franco Miano, presidente nazionale dell’Ac, e il dibattito.