Attenti al ladro

Gesù è l'unico antidoto all'influenza dello spirito, che come il predone arriva di nascosto e cerca di impedirci di assumere ciò che dà guarigione

Roma, (Zenit.org) Andrea Panont, O.C.D. | 237 hits

Dopo quattro giorni passati a letto tra le braccia amorose d’una influenza virale intestinale…mi alzo e comincio i primi passi in casa.

Noncurante di qualche incertezza nei primi movimenti, mi avventuro nei poliedrici meandri della vita ordinaria…pur cercando di dissimulare all’occhio del prossimo quanto non fosse dell’Andrea di prima.

Ma a me stesso non posso mentire e nascondere la debolezza dello sforzo di stare in piedi, l’incertezza del passo o l’eccessiva fatica di fronte a qualche gradino che al mio piede appare montagna.

La fatica di spostare le più semplici cose o addirittura di deglutire un sorso d’acqua, mi rivela che Sansone è stato derubato delle sue forze abituali da un’influenza sorniona.

Mi viene da paragonare l’influenza ad un ladro che, come tutti i ladri che si rispettino, subdola, arrivando di nascosto, agisce indisturbata lasciando intatta ai tuoi occhi e a quelli degli altri solo la tua apparenza. Mentre ti deruba e, complice la nausea, cerca persino di impedirti di assumere ciò che ti dà guarigione, sembra che ti abbracci.

Anche lo spirito può subire analoghi contraccolpi di stanchezza e di rifiuto al rimedio.

L’antivirus efficace, cui costantemente ricorrere, è – manco a dirlo -  l’evangelica attenzione a quel prossimo che può venirti a nausea, ma che comunque ti dona il contatto vero con Gesù: lui è l’unico che ti può sanare e risanare facendoti passare dalla morte alla vita.

Ciao da p. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.