Banca e volontariato insieme contro la crisi

Si avvia alla conclusione il progetto che ha messo in rete il CAV di Perugia con il Gruppo "San Vincenzo" con il finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

Perugia, (Zenit.org) Redazione | 200 hits

“Povertà, disagio sociale ed economico: miglioramento possibile delle risposte in tempo di crisi”. È questo l’argomento di uno dei progetti in corso presso il Centro di Aiuto alla Vita, in collaborazione con il Gruppo di Volontariato Vincenziano di Perugia e con il finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Il progetto, che ha visto impegnate le due associazioni nel supportare persone in situazione di disagio economico, da un lato promuove le attività istituzionali dei due sodalizi, dall’altro si propone di mettere in rete per la prima volta in maniera informatica i dati raccolti dalle due onlus.

Due le problematiche alle quali il progetto del CAV ha voluto rispondere: la prima, ormai nota nell’attuale crisi economica, è data dal calo di offerte liberali e il contemporaneo drammatico aumento del numero di persone in difficoltà. L’altra problematica ha visto appunto l’ottimizzazione delle risorse a disposizione. Per poter aiutare il numero crescente di persone che si rivolgono in molti casi a più centri di assistenza e associazioni contemporaneamente, è stato necessario condividere una sorta di archivio digitale in grado di condividere le informazioni circa l’effettivo stato di necessità di chi richiede.

Grazie al finanziamento erogato dalla Cassa di Risparmio di Perugia è stato possibile acquistare alcuni pc ed un apposito programma di condivisione dei dati; inoltre, cinque volontari sia del Centro di Aiuto alla Vita, sia del Gruppo di volontariato Vincenziano, sono stati formati dalla società H24.net di Massimo Cecconi per utilizzare il programma informatico di data sharing.

Lo scambio di informazioni tra le due associazioni di volontariato coinvolte fino ad ora non era sistematico e avveniva grazie ad incontri tra i responsabili e volontari dei due sodalizi o grazie al fatto che alcune persone fanno volontariato in più associazioni.

Resta sempre fondamentale il contributo umano dei volontari che con dedizione e amore si prestano al servizio della carità.