Belgio: 1.432 casi di eutanasia nel 2012

Si tratta di un aumento del 25% rispetto al 2011

Roma, (Zenit.org) | 472 hits

La legalizzazione dell’eutanasia in Belgio, avvenuta nell'anno 2002, ha avuto un effetto "a slavina". Sale ogni anno, infatti, il numero dei casi registrati presso le autorità.

Mentre nel 2003 i casi erano 236, nel 2008 la cifra era balzata già a 704. L'anno scorso, le autorità belghe hanno registrato ben 1.432 casi, vale a dire un aumento del 25% rispetto all’anno precedente (1.133 casi).

Le statistiche non tengono conto delle sedazioni terminali con una dose eccessiva di morfina o sostanze simili. Prendono in considerazione solo le uccisioni praticate secondo i dettami della legge e comunicate alle autorità competenti.

Nel frattempo, il Parlamento belga sta contemplando la possibilità di ampliare la legge e di consentire l’eutanasia anche alle persone incapaci di intendere e volere – ad esempio i malati di Alzheimer - e ai minori di età fino ai 15 anni.

Per denunciare questa deriva, un gruppo di docenti universitari, professionisti della salute ed avvocati provenienti da varie regioni del Belgio e da vari orizzonti filosofici, ha lanciato di recente la campagna Euthanasie STOP.