"Benedetto XVI ha alzato la voce con coraggio in difesa degli ideali del Vangelo"

Il Patriarca di Mosca, Kirill I, scrive al Pontefice emerito, rievocando il cammino ecumenico percorso insieme

Roma, (Zenit.org) Don Mariusz Frukacz | 822 hits

Il Patriarca ortodosso di Mosca e di tutte le Russie, Kirill I, ha ringraziato Papa Benedetto XVI per il suo ministero. In una lettera, il capo della Chiesa Ortodossa Russa ha assicurato al Pontefice emerito il proprio “amore fraterno in Cristo” e il proprio rispetto.

Kirill I ha sottolineato che la decisione annunciata dal Papa è stata fatta “con umiltà e semplicità”. “Siamo sempre stati vicini alla Tua posizione ferma e intransigente in materia di fede e alla stretta aderenza alla tradizione della Chiesa”, ha scritto Kirill I.

Il Patriarca di Mosca ha aggiunto che, in tempi di relativismo morale, il Papa ha alzato la voce con coraggio “in difesa degli ideali del Vangelo, della dignità dell’uomo e della sua vocazione ad una vita di piena libertà dal peccato”.

Kirill I ha anche ricordato l’incontro con il cardinale Joseph Ratzinger quando ancora non era Papa. “Fu un incontro cordiale”, ha sottolineato il Patriarca.

Il Patriarca ha inoltre sottolineato che, durante il pontificato di Benedetto XVI, i rapporti tra la Chiesa Ortodossa Russa e la Chiesa Cattolica hanno ricevuto un nuovo impulso. “Il tutto nel nome di una grande responsabilità di testimoniare il Cristo crocifisso e risorto nel mondo moderno”, ha scritto Kirill I.

Il Patriarca nella sua lettera auspica che il rapporto di fiducia tra cattolici e ortodossi, incoraggiato dal Papa Benedetto XVI, “continuerà a crescere durante il pontificato del suo successore”.

Alla fine della lettera il Patriarca di Mosca ha augurato al Papa “una buona salute, una lunga vita e l’aiuto dall’Alto”.