Benedetto XVI in Calabria e tra i certosini il 9 ottobre

Una “festa della fede”

| 1065 hits

di Anita S. Bourdin


 
CITTA' DEL VATICANO, mercoledì, 28 settembre 2011 (ZENIT.org).- Papa Benedetto XVI si recherà in Calabria il 9 ottobre. Sarà una domenica alla scuola di San Bruno, fondatore dei certosini, e una visita sul tema “Pietro gli disse (…): nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, cammina!” (Atti 3,6).

La Santa Sede ha pubblicato questo martedì il programma della visita del Papa a Lamezia Terme, città calabrese di circa 70.000 abitanti, e a Serra San Bruno.

Visita a Lamezia

Decine di migliaia di persone hanno già prenotato il proprio invito per la Messa a Lamezia.

Il Vescovo di Lamezia Terme, monsignor Luigi Antonio Cantafora, ha indirizzato alla sua Diocesi una lettera pastorale sul tema per preparare questa visita, che ha definito “storica”.

Per il responsabile della pastorale giovanile della Diocesi, don Fabio Stanizzo, la giornata sarà una grande “festa della fede”, in un prolungamento della Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid.

Questa giornata caratterizzata dall'“eccezionalità” “aprirà le porte a qualcosa di più grande e di più bello”, ha affermato: “aumenterà la lucentezza della nostra fede, sveglierà gli animi e riaccenderà il coraggio per annunciare senza timore Cristo, per lavorare con più zelo a servizio della Chiesa e per costruire una società più giusta e cristiana”.

I 910 anni della Certosa di Serra

La città di Serra San Bruno si è sviluppata intorno alla certosa di Santo Stefano e deve il nome a San Bruno, fondatore, nel 1084, dell'Ordine dei Certosini e dell'eremo della Grande Certosa, la casa madre, vicino alla città francese di Grenoble.

Egli fece costruire la Certosa di Serra San Bruno nel 1095 e vi morì il 6 ottobre 1101; sarà l'anniversario dei 910 anni della fondazione.

Il Papa partirà dall'aeroporto romano di Fiumicino alle 8.30 e arriverà all'aeroporto internazionale di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, verso le 9.15.

Alle 10.00 presiederà la Messa nella periferia industriale di Lamezia Terme e reciterà l'Angelus con l'assemblea.

Alle 13.30 è previsto un pranzo con i Vescovi nel Vescovado di Lamezia Terme.

Il pranzo pontificio

La Diocesi di Lamezia Terme ha annunciato che il pranzo del Papa con i Vescovi delle 12 Diocesi della regione sarà “leggero” e a base di prodotti regionali, nella tradizione della gastronomia calabrese.

I piatti saranno preparati da Ristorart, di Catanzaro, con la collaborazione dei docenti e degli allievi della scuola alberghiera Luigi Einaudi di Lamezia Terme.

Le stoviglie che verranno usate sono ispirate a piatti rinvenuti negli scavi archeologici dell'abbazia benedettina di Sant’Eufemia e riportano motivi del castello normanno-svevo di San Teodoro. Verranno poi esposte nel museo diocesano.

Le posate sono in numero limitato e la loro vendita servirà per finanziare opere di carità.

Visite

Alle 16.30, il Papa ha previsto un incontro con gli organizzatori della visita pastorale nella sede episcopale.

Alle 16.45 partirà in elicottero dallo stadio Guido D’Ippolito di Lamezia Terme verso Serra San Bruno.

Alle 17.15 l'elicottero arriverà al centro sportivo La Quercia di Serra San Bruno (Vibo Valentia). Un quarto d'ora dopo Benedetto XVI incontrerà la popolazione di Serra San Bruno in Piazza Santo Stefano, sulla spianata della certosa di Serra San Bruno, e pronuncerà un discorso.

Alle 18.00, il Papa presiederà i vespri nella chiesa della certosa di Serra San Bruno e pronuncerà l'omelia.

Alle 18.45 incontrerà la comunità di certosini nel loro refettorio e compirà una visita a una cella e all'infermeria della certosa.

Secondo il programma, partirà alle 19.30 in elicottero dal centro sportivo La Quercia di Serra San Bruno verso Lamezia Terme. Alle 20.00 partirà dall'aeroporto di Lamezia Terme, giungendo a Roma verso le 20.45.