Benedetto XVI ritiene che quest’anno sarà decisivo per l’Ordine dei Frati Minori

Celebrano l’ottavo centenario della loro fondazione

| 900 hits

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 8 febbraio 2006 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha ricevuto in udienza fra’ José Rodríguez Carballo, ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori, comunemente conosciuti come francescani, per manifestare la propria vicinanza alla famiglia religiosa che ha iniziato le celebrazioni dell’ottavo centenario della sua fondazione.



L’incontro, secondo quanto reso noto dallo stesso ministro, ha avuto luogo il giorno successivo alla pubblicazione dell’enciclica “Deus caritas est” (26 gennaio 2006).

In un comunicato, fra’ José Rodríguez ha rivelato che, nell’incontro personale, il Pontefice ha dimostrato particolare interesse per il progetto del Centenario, “che ha giudicato molto appropriato per conseguire un vero rinnovamento dell’Ordine”.

“Ci ha incoraggiato ad attuarlo fedelmente, senza perderci d’animo, poiché sarà molto proficuo per l’Ordine e per la Chiesa”, afferma nel testo.

Un altro degli argomenti affrontati sono state le priorità che l’Ordine ha in questo momento, in particolare “migliore qualità della vita, evangelizzazione ‘ad gentes’, formazione e studi, servizio per il dialogo”.

“Abbiamo parlato anche di alcuni problemi che toccano l’Ordine, soprattutto degli abbandoni e della mancanza delle vocazioni in alcuni Paesi”, ha rivelato il religioso.

“Sul discernimento vocazionale”, il Papa “ha chiesto di farlo con ‘serietà e serenità’ per ‘poter verificare le vere motivazioni’”, incoraggiando anche a promuovere “la missione ‘ad gentes’”.

“Il Santo Padre mi ha posto delle domande su alcune situazioni particolari. Ho risposto con franchezza e sincerità e il Papa ha mostrato molta comprensione”, ha affermato il superiore francescano.

“Il tutto è avvenuto in un clima di grande cordialità, in cui Benedetto XVI ha mostrato tutto l’affetto che nutre per il nostro Ordine. Ho avuto la sensazione di trovarmi di fronte a un padre che conosce molto bene il nostro carisma, che conosce bene il nostro Ordine e che ci ama. Ancora una volta ho potuto costatare la sua vicinanza e il suo amore per noi”, ha aggiunto.

“Abbiamo un Pastore che ci vuol bene. Rispondiamo con generosità a tanto amore, vivendo fedelmente il Vangelo nella Chiesa e in comunione piena con essa”, ha esortato l’Ordine.

“Verso la fine dell’incontro ho presentato alcune richieste a nome dell’Ordine, che il Papa ha accolto con grande benevolenza”, ha rivelato.

“Subito dopo l’Udienza privata, il Santo Padre ha ricevuto i membri del Definitorio generale, che hanno così potuto salutarlo personalmente – ha concluso il francescano –. L’incontro si è concluso con la Benedizione apostolica che Benedetto XVI ha impartito ai presenti e a tutti i Frati dell’Ordine”.

In questo momento, l’Ordine ha circa 16.000 religiosi, presenti in 110 Paesi dei cinque continenti.