Benedetto XVI saluta i partecipanti all’incontro internazionale dell’UNIV promosso dall'Opus Dei

5.000 studenti da 230 università discutono a Roma sul linguaggio di cinema e televisione

| 987 hits

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 4 aprile 2007 (ZENIT.org).- Questo mercoledì, al termine dell'Udienza generale, Benedetto XVI ha rivolto un saluto particolare ai partecipanti all’incontro internazionale dell’UNIV, promosso dalla Prelatura dell'Opus Dei.



“Cari amici – ha detto il Papa –, vi auguro che queste giornate romane siano per tutti occasione di una forte esperienza ecclesiale perché possiate tornare a casa animati dal desiderio di servire più generosamente Cristo e i fratelli”.

Il Pontefice ha quindi continuato citando alcune frasi del fondatore del'Opus Dei: “'Servizio: come mi piace questa parola!' – diceva san Josémaria Escrivá – ed aggiungeva 'confidiamo al Signore la nostra decisione di volere imparare a servire, perché soltanto così potremo non solo conoscere Cristo, ma farlo conoscere e amare dagli altri'”.

Circa 5.000 studenti provenienti da 30 università italiane e da altre 200 di tutto il mondo, parteciperanno dal 3 all’8 aprile, al 40° Convegno UNIV.

Attraverso diverse attività culturali che si svolgeranno in vari luoghi di Roma, i giovani dibatteranno intorno al tema scelto per l'edizione di quest'anno e che, come nelle tre edizioni precedenti, è incentrato sul linguaggio: “Essere, apparire, comunicare: mode e modelli sociali del cinema e della televisione”.

Gli incontri annuali UNIV, organizzati dall’Istituto per la Cooperazione Universitaria (ICU), sono nati nel 1968 su ispirazione e incoraggiamento di san Josemaría Escrivá per offrire soluzioni positive alla allora crescente protesta studentesca.

La Prelatura dell'Opus Dei organizza attività di formazione cristiana di complemento al programma generale. L’incontro costituisce inoltre un'opportunità per conoscere la città di Roma seguendo le orme della storia della Chiesa sin dai primi secoli.

Una delle attività centrali del Convengo universitario è il Forum di Iniziative sociali, uno spazio dedicato alla presentazione di progetti di interesse sociale, volontariato e solidarietà, tra cui il Progetto Harambee in Africa, il Festival di Documentari sulla immigrazione e l’integrazione sociale, e numerose progetti di volontariato internazionale, realizzati da studenti universitari.

Tra questi, particolarmente significativi sono i campi di lavoro di giovani italiani in Guatemala, Nicaragua, Camerun e Brasile; di giovani australiani nelle Filippine; di giovani tedeschi in Uganda; di giovani americani (USA) in Messico.

Saranno inoltre presentate attività sociali e culturali cittadine realizzate nelle periferie di molte delle grandi città universitarie del mondo, al servizio delle fasce deboli e disagiate della popolazione giovanile.