Brasile: GMG, Anno della Fede, ecumenismo e numero di cattolici

Ad Aparecida l'Assemblea Generale della Conferenza Nazionale dei Vescovi

| 973 hits

ROMA, lunedì, 23 aprile 2012 (ZENIT.org) - Durante la conferenza stampa del terzo giorno di lavori dell’Assemblea Generale della Conferenza Nazionale dei Vescovi Cattolici del Brasile (CNBB), ad Aparecida, sono stati sviluppati principalmente quattro grandi temi: la Giornata Mondiale della Gioventù 2013 a Rio de Janeiro, l’Anno della Fede, l’ecumenismo e il numero di cattolici in Brasile.

Sotto il coordinamento del portavoce della 50° Assemblea Generale, mons. Dimas Lara, secondo quanto riferisce un comunicato della CNBB, sono stati invitati a rispondere durante la conferenza stampa mons. Orani João Tempesta, arcivescovo di Rio de Janeiro, mons. Sérgio da Rocha, arcivescovo di Brasilia, e il vescovo della diocesi di Volta-Redonda/Barra do Piraí, mons. Francesco Biasin.

Mons. Tempesta ha annunciato che l’organizzazione della GMG aprirà le iscrizioni nel luglio prossimo. Il presule ha ricordato che solo un terzo dei partecipanti si iscrivono nella GMG e che non è necessario iscriversi per partecipare. Si prevede possa ripetersi quanto è successo a Madrid, la cui GMG ebbe 500.000 iscrizioni e 2 milioni di partecipanti.

Da parte sua, mons. Sérgio da Rocha, della Commisione Episcopale per la Dottrina della Fede, ha ricordato l’importanza dell’Anno della Fede indetto da Benedetto XVI e la preparazione al Sinodo dei Vescovi, in programma nell’ottobre prossimo.

Il suo collega della Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso, mons. Francesco Biasin, ha sottolineato “come la Chiesa intenda consolidare il dialogo con le altre Chiese cristiane e con le altre religioni”.

Per quanto riguarda il numero di cattolici in Brasile, mons. Dimas Lara, ha spiegato che i dati presentati non sono definitivi. “I numeri completi non sono ancora disponibili. Se il numero dei senza religione aumenta, non vuol dire che quello degli atei sta crescendo”, ha detto il presule.