"Campo Totale": l'iniziativa per introdurre con il cinema la lettera pastorale del card. Scola

Da domani fino al 6 settembre, tre sere di cinema in Curia organizzate dalla diocesi di Milano e da ACEC

Milano, (Zenit.org) | 290 hits

Parte domani“Campo Totale”, l’iniziativa organizzata dalla Diocesi di Milano e da ACEC per introdurre, attraverso il linguaggio cinematografico, la nuova lettera pastorale "Il campo è il mondo. Vie da percorrere incontro all’umano” dell’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola. Le serate sono aperte a tutti, ad ingresso gratuito su prenotazione.

Mercoledì 4, giovedì 5 e venerdì 6 settembre, alle ore 20,45, nel cortile della Curia Arcivescovile (piazza Fontana 2, Milano) saranno proiettati tre film, scelti come "testi" a partire dai quali riflettere per leggere e comprendere la società e le relazioni alla vigilia dell'avvio del nuovo anno pastorale.

Ognuna delle tre proiezioni - oltre che da un critico cinematografico -  sarà accompagnata dalla riflessioni di un esperto delle tematiche sollevate dai film (che ne spiegherà l'incidenza sociale) da un Vicario del cardinale Scola che mostrerà le connessioni con la lettera pastorale "Il campo è il mondo".

Con “Io e te" di Bernardo Bertolucci (mercoledì 4 settembre) si affronteranno il disagio giovanile, il rapporto giovani-adulti, le dipendenze e le relazioni affettive. Intervengono monsignor Pierantonio Tremolada, vicario episcopale per la Pastorale giovanile della Diocesi di Milano, e la psicoterapeuta Stefania Perduca.

Con “Tutti i santi giorni” di Paolo Virzì (giovedì 5 settembre) si metteranno a fuoco l’amore, la precarietà, il lavoro, il desiderio di maternità e paternità, la fortezza e la fecondità. Intervengono monsignor Mario Delpini, vicario generale della Diocesi di Milano, e Aldo Bonomi, sociologo, direttore di Aaster.

Con “La città ideale” di Luigi Lo Cascio (venerdì 6 settembre) si illumineranno i temi della giustizia, della verità, della corruzione. Intervengono monsignor Luca Bressan, vicario episcopale perla Vita sociale della Diocesi di Milano, e Stefano Corbetta, giudice della sezione penale del Tribunale di Milano.

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti (apertura alle 20.15). Obbligatoria la registrazione su www.chiesadimilano.it/comunicazionisociali o telefonando allo 02.8556240.

L’iniziativa è realizzata da Acec (Associazione cattolica esercenti cinema), organismo che raccoglie le 200 sale della comunità della diocesi di Milano (gli ex cinema parrocchiali) frequentate ogni anno da un milione di spettatori per assistere a proiezioni cinematografiche, dibattiti, spettacoli teatrali, mostre, concerti. Con la loro programmazione di qualità, realizzata grazie al supporto di ITL Cinema, le sale della comunità sono un prezioso presidio culturale nel territorio.

250 i posti allestiti in questa inedita sala cinematografica all'aperto nel cortile della Curia arcivescovile che per la prima volta, per tre sere, si apre alla città per un ciclo di proiezioni cinematografiche. 

Lo splendido cortile, la cui edificazione è iniziata nel XV sec. con l'arcivescovo Guido Antonio Arcimboldi, è stato rimaneggiato alla fine del XVIII sec. dal Piermarini, presenta i tre lati terreni di foggia bramantesca mentre al secondo piano mostra una loggia su colonnine e archetti. Intorno al cortile si sviluppano gli uffici della Curia della Diocesi di Milano e l'appartamento dove abita l'Arcivescovo.