Cardinale Hummes: “Il sacerdote è il primo catechista della parrocchia”

| 704 hits

MADRID, lunedì, 25 febbraio 2008 (ZENIT.org).- Il prefetto della Congregazione per il Clero, il Cardinale Cláudio Hummes O.F.M., ha affermato questo lunedì durante una conferenza pronunciata presso la Facoltà di Teologia “San Damaso” di Madrid che il sacerdote è “il primo catechista della parrocchia” e che “i catechisti hanno bisogno della presenza del parroco per essere animati”.

“Molti parroci non accompagnano i loro catechisti”, ha osservato il Cardinale Hummes, ricordando che il compito del sacerdote deve essere “aver cura dell'orientamento di fondo nella catechesi”.

Con il titolo “Il sacerdote e il ministero della Catechesi”, il porporato brasiliano ha ripercorso il Nuovo Direttorio Generale per la Catechesi e ha constatato che è necessaria un'“unità tra fede e vita”, sottolineando che la finalità della catechesi è “aprire il cuore e prepararlo a una totale coesione con Gesù Cristo”.

Il porporato ha enumerato alcune delle caratteristiche dell'opera catechetica, che deve essere “un processo di iniziazione alla vita della fede”, “una vita di fede in comunità”, “un processo permanente di educazione nella fede” e “un filo conduttore che porta a Gesù Cristo”.

“L'azione della catechesi trasforma le strutture di peccato della società umana, alla luce del Vangelo”, ha sottolineato il Cardinale, che ha mostrato l'importanza dell'inculturazione che “assuma il modo di essere del popolo” e di un “forte risveglio dell'urgenza della missione”.

Il prefetto della Congregazione per il Clero ha terminato il suo intervento mostrando ai presenti alcune chiavi per un corretto esercizio della catechesi, consigliando di “aver cura dell'orientamento di fondo” e “dello sforzo per raggiungere il fine proprio della catechesi” e di “garantire un'adeguata presentazione del contenuto della fede”.