Carissimo Mimmo

Non permettere alle ricchezze di oscurare i più grandi valori

Roma, (Zenit.org) Andrea Panont, O.C.D. | 237 hits

Mimmo era uno degli amici più vivaci e intelligenti del collegio dove insieme frequentavamo le scuole medie. Ogni volta che lo penso, mi ritorna in mente la spensieratezza e l’allegria che caratterizzavano i nostri giochi e la gioia schietta dei  momenti di svago.

Dopo l’università incontro Mimmo che già lavora e… "Come stai? Come va? Raccontami, dopo tanto tempo”.

- “Sapessi Andrea che fortuna mi è caduta addosso. Oltre la salute, il lavoro … tutto bene, anzi sempre meglio. Guadagno soldi a palate…Non so più quanto metto in banca.”

- “So che sei sposato. La famiglia come va?”  Lo vedo per un attimo oscurarsi in volto, per poi riprendersi con una smorfia: “Abbastanza bene.”

Ci si è presentata ultimamente l’occasione d’un incontro tra amici. Quasi non lo  riconoscevo per la tristezza che gli sfigurava il volto. Gli ripeto le solite domande.

“Grazie; il lavoro va bene; soldi a non finire come sempre. Ho una fortuna sfacciata. Ma la famiglia… Posso parlarti i disparte?”

Mi ha confidato che le ricchezze hanno oscurato i più grandi valori; spergiurava che avrebbe volentieri dato via tutta la sua fortuna pur di ricomporre la sua famiglia.

E’ riuscito nel suo intento; tanto che poco tempo dopo mi racconta: “Ora capisco quale grande fortuna avevo perso ‘sposando il guadagno’: sto ricomponendo la mia famiglia, per la quale vale proprio la pena di spendere tutta la mia ‘fortuna’ .”

Ciao da p. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.