Caritas Internationalis collaborerà più da vicino con il Papa e con la Santa Sede

Lo stabilisce un documento firmato da Giovanni Paolo II

| 314 hits

CITTA’ DEL VATICANO, domenica, 14 novembre 2004 (ZENIT.org).- Secondo quanto annunciato sabato in un comunicato stampa vaticano, la Caritas Internationalis, l’organizzazione cattolica di aiuto presente in tutto il mondo, collaborerà più da vicino con il Papa e con la Santa Sede.



Il testo rivela che a partire da ora l’istituzione avrà una “personalità giuridica canonica pubblica”, attraverso la quale sarà legata “più strettamente alla persona del Papa e alla Santa Sede”, favorendo “una collaborazione più efficace con il Pontificio Consiglio ‘Cor Unum’”.

Questo organismo vaticano, attualmente presieduto dall’arcivescovo tedesco Josef Cordes, ha la missione di promuovere e coordinare le iniziative delle istituzioni cattoliche in campo umanitario.

Monsignor Cordes ha consegnato questo sabato al presidente di Caritas Internationalis, monsignor Youhanna Fouad El Hage, arcivescovo di Tripoli del Libano, il chirografo che Giovanni Paolo II ha scritto a questo proposito il 16 settembre scorso dal titolo “Durante l’Ultima Cena”.

“Il documento apre una nuova tappa nel servizio caritativo svolto dalla Confederazione da oltre 50 anni”, afferma il comunicato vaticano.

Caritas Internationalis è una confederazione di 162 organizzazioni cattoliche di assistenza, sviluppo e servizio sociale, presente in più di 200 Paesi e territori.

Secondo il chirografo pontificio, il Pontificio Consiglio “Cor Unum” ha “il compito
di seguire ed accompagnare l'attività di Caritas Internationalis, sia in ambito internazionale che nei suoi raggruppamenti regionali”, che sono sette.

L’organismo vaticano veglierà per mantenere vivo “lo spirito ecclesiale” della Caritas e affinché le sue attività si svolgano “in collaborazione con le Chiese locali interessate e con i loro pastori”.

In base a quanto stabilito dal Papa, la Caritas presenterà a “Cor Unum” per l’approvazione i “testi di orientamento” che vorrà pubblicare. Nella sua attività internazionale, “soprattutto presso gli Organismi Internazionali e in zone del mondo con particolari difficoltà, farà riferimento alla Segreteria di Stato” del Vaticano.

Per altre questioni specifiche agirà in collaborazione con altri organi della Curia romana, come i Pontifici Consigli della Giustizia e della Pace, della Pastorale dei Migranti o della Pastorale della Salute.

[Per ulteriori informazioni sulla Caritas Internationalis: www.caritas.org]