Cav Roma Talenti: una goccia per il fiume della vita

Ieri l'inaugurazione del quinto Centro di Aiuto alla Vita capitolino

Roma, (Zenit.org) Gaia Bottino | 564 hits

Domenica 8 settembre è stato inaugurato un nuovo Centro di Aiuto alla Vita presso la Parrocchia di San Ponziano in Via Nicola Festa 50, nel quartiere Talenti della Capitale. Sale così a cinque il numero dei Centri di Aiuto alla Vita presenti a Roma, mentre a livello nazionale i CAV hanno raggiunto quota 340.

All’inaugurazione Carlo Casini, Presidente nazionale del Movimento per la Vita, ha evidenziato come ogni Centro di Aiuto alla Vita, debba sentirsi parte di un progetto più grande: “In questi giorni l’umanità intera si è unita per invocare la pace in Siria e in Medio Oriente – ha ricordato Casini – ebbene, l’aborto è uno dei principi che mette in pericolo la pace nel mondo. La Beata Madre Teresa di Calcutta definì l’aborto come il più grande distruttore della pace. Chi cerca la pace, desidera tutelare la vita dal momento del concepimento al suo naturale tramonto”.

I Centri di Aiuto alla Vita sono delle gocce che, con il passare del tempo, hanno contribuito a formare un fiume inarrestabile di vita. Un esempio concreto è stato raccontato dalla responsabile del CAV Roma Palatino, Anna Spurio Consoli: “Tra pochi giorni nascerà Leonardo: la sua mamma ha 16 anni e il suo papà 17. Questa giovane coppia ha dovuto lottare fino all’ultimo per difendere la vita del loro bambino: i loro genitori volevano che la ragazza abortisse. Leonardo ha una mamma e un papà giovanissimi ma davvero coraggiosi. Siamo stati onorati di poterli aiutare”.

La testimonianza di una volontaria del CAV Roma Ardeatino ha poi suggerito ai presenti come spesso il volontariato a favore della vita non sia una scelta ma una chiamata: “Al centro di quest’opera c’è la fede in Dio – ha detto la donna -. È Lui che mi aiuta a donare quel poco che posso dare agli altri. Con il tempo mi sono resa conto che il volontariato al CAV ha salvato anche la mia vita: aiutando gli altri, guarisci te stesso”.

È stata poi letta una lettera di una mamma aiutata dal Progetto Gemma, un servizio per l'adozione prenatale a distanza di madri in difficoltà: “Grazie al vostro aiuto – ha scritto la donna – avete dato a me e al mio bambino la possibilità di una vita vera”.

Al termine dell’incontro Paolo Marchionne, presidente del III Municipio, si è congratulato con i volontari del CAV Roma Talenti. “Un aiuto concreto per la comunità locale nel rispondere ai bisogni delle famiglie in difficoltà – ha detto Marchionne - e darà la possibilità a tante mamme di vivere la maternità in maniera più serena”.