Centra il bersaglio

Uscire dall'incubo e tornare a godersi la libertà di chi crede all'amore

Roma, (Zenit.org) Andrea Panont, O.C.D. | 271 hits

Sepolcri imbiancati; vi schifate dei moscerini e ingoiate elefanti!

Hai speso le migliori energie della tua vita per scopi non degni del tuo sguardo, hai puntato la traiettoria del tuo missile verso una luna che non esiste.

Poiché hai puntato sul fasullo, non solo sei sempre insoddisfatto, ma anche condannato per aver abusato di mezzi, forze, tempo, doni ed energie come fossero tue e a tuo uso e consumo. E’ rischiosa e faticosa la vita di chi punta alla luna, ma è disperazione se per errata traiettoria non centra il bersaglio.

Ti sei occupato, preoccupato, hai speso e profuso tutte le tue energie fisico-psico-economiche per un bene che io non volevo né ti chiedevo… Non volevo che tu mi aiutassi a salvare il mondo, ma che tu ti lasciassi salvare; sempre ti ho chiesto di immergere in me tutto ciò che sei e che fai, perché io in te, amandoti perdutamente come sei, potessi rivelare a tutti che sono io il salvatore.

Terrorizzato in sogno da queste parole, mi destai dall’incubo.

- Che spavento…salvami…Ho fallito! sono perduto! 

- No, non temere! sei salvo. E’ questa  tua fede che ti salva…Non ti rinfaccio la tua vita fallimentare, ma ti lodo e ne godo perché ora, finalmente, sei uscito dall’incubo e in questo momento stai godendo la libertà di chi crede all’amore.

Nessuno biasima o rimprovera le mille incapacità del bambino: cadere,  sporcarsi, rompere, piangere. Tutti si meraviglierebbero però se non volesse andare e stare in braccio a papà.

Ciao da p. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.