"Chiara Lubich. Carisma, Storia, Cultura"

A 5 anni dalla morte, un Convegno all'Università La Sapienza esplora la dimensione culturale del carisma della fondatrice dei Focolari

Roma, (Zenit.org) | 870 hits

La nuova pagina di storia che la Chiesa sta scrivendo con la rinuncia di Benedetto XVI al ministero di Vescovo di Roma e l’apprestarsi all’elezione di un nuovo Papa, è vissuta dai Focolari con attesa e partecipazione in tutto il mondo. È con questo spirito che il Movimento intende celebrare il 5° anniversario della morte di Chiara Lubich (22 gennaio 1920 - 14 marzo 2008), sua fondatrice e prima presidente.

Per tale ricorrenza e tra le molte iniziative si terrà a Roma il Convegno internazionale dal titolo “Chiara Lubich. Carisma, Storia, Cultura”, con l’obiettivo di esplorare la valenza culturale delle sue intuizioni. Avrà luogo il 14 marzo nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università La Sapienza, e il 15 marzo all’auditorium del Centro Mariapoli di Castel Gandolfo (RM).

Riconosciuta tra le figure di riferimento del XX secolo, ha aperto vie di dialogo inesplorate per la convivenza tra persone e popoli di cultura e religioni diverse, per la promozione della pace e della fraternità universale con progetti quali l’Economia di Comunione. Il testamento di Gesù “Che tutti siano uno” (Gv17,21) è il punto prospettico da cui la Lubich ha colto e interpretato le attese e le sfide della Chiesa e dell’umanità.

La sua testimonianza e il suo pensiero possono gettare luce sui diversi ambiti dell’agire umano, offrire inediti paradigmi culturali, stimolare la riflessione di molte discipline: dalla teologia alla sociologia, dall’economia alla politica, dall’educazione al diritto, all’arte, alla storia, alle comunicazioni sociali, alle scienze.

Il Convegno è promosso dal Centro Studi “Scuola Abbà” dei Focolari, che da oltre 20 anni riflette sulla valenza dottrinale del pensiero della Lubich, evidenziandone profezia e universalità. Il 14 marzo alla Sapienza, si traccerà la portata culturale del Carisma dell’unità nel suo aspetto teologico e antropologico e in quello scientifico, economico, giuridico, politologico. Il giorno successivo, a Castel Gandolfo, si evidenzierà la novità metodologica, offrendo uno spaccato del lavoro specifico della Scuola Abbà.

La “Scuola Abbà”, fondata da Chiara Lubich nel 1990, è il Centro Studi interdisciplinare del Movimento dei Focolari. Ne fanno parte 24 studiosi in scienze umane e sociali (filosofia, psicologia, pedagogia, storia, diritto, sociologia, teologia, politologia, economia, scienze della comunicazione, scienze linguistiche, arte, scienze della natura, matematica), coadiuvati da una cerchia più ampia di esperti. Gli studi prodotti sono pubblicati, in parte, sulla rivista di cultura “Nuova Umanità” e nella collana “Studi della Scuola Abbà” dell’editrice Città Nuova.