Cina: annunciata una nuova ordinazione episcopale

Monsignor Peter Luo Xuegang sarà il vescovo coadiutore della diocesi di Yibin

| 1457 hits

ROMA, martedì, 29 novembre 2011 (ZENIT.org) – Domani, mercoledì 30 novembre, è prevista un'ordinazione episcopale nella provincia del Sichuan (Cina sud-occidentale), la prima dopo le scomuniche latae sententiae (nei fatti) della scorsa estate. Ad annunciarlo è il sito Eglises d'Asie (EDA, 24 novembre).

Secondo quanto riferito dall'agenzia di informazione delle Missioni Estere di Parigi, il giorno della ricorrenza liturgica di Sant’Andrea – mercoledì 30 novembre - la diocesi di Yibin avrà assegnato un nuovo vescovo coadiutore nella persona di padre Peter Luo Xuegang, 47 anni. Riceverà l'ordinazione nella cattedrale del Santissimo Sacramento della città di Yibin dalle mani del vescovo locale, monsignor John Chen Shizhong, 95 anni.

Come ricorda EDA, per questa ordinazione in seno alla Chiesa “ufficiale” la Santa Sede ha dato la sua approvazione e anche il vescovo ordinante è in comunione con Roma. Resta invece incertezza sull'identità dei due altri vescovi che affiancheranno monsignor Chen Shizhong. Secondo fonti locali, è probabile la partecipazione alla cerimonia di monsignor Paul Lei Shiyin, la cui diocesi di Leshan confina con quella di Yibin. Mons. Lei Shiyin, ordinato lo scorso 29 giugno in assenza di mandato pontificio, è incorso in una scomunica “latae sententiae”.

L'ordinazione di domani – se avrà luogo – sarà dunque la prima ad essere condotta in Cina dopo le due ordinazioni illegittime avvenute rispettivamente il 29 giugno a Leshan e il 14 luglio scorso a Shantou, nella provincia di Guangdong. In seguito alle cerimonie, la Santa Sede aveva annunciato di non riconoscere i due vescovi, i quali accettando la loro ordinazione erano incorsi nelle sanzioni previste dal canone 1382 del Codice di Diritto Canonico, cioè la scomunica latae sententiae, finora pendente.

Secondo l'agenzia di informazione, la partecipazione del vescovo di Leshan è altamente probabile. Il presule è infatti il responsabile dell'Associazione patriottica dei cattolici cinesi per la provincia del Sichuan e inoltre presidente della commissione locale per gli Affari della Chiesa. Mons. Lei Shiyin è molto vicino alle autorità del Sichuan, che senz'altro veglieranno sulla natura “patriottica” della nuova ordinazione attraverso la presenza del vescovo di Leshan. Per questo motivo – così osserva EDA – vari vescovi esitano a partecipare alla cerimonia.

Le due figure – vale a dire padre Luo Xuegang e monsignor Lei Shiyin – si conoscono bene. Nipote di mons. Matthew Luo Duxi, che fu vescovo di Leshan fino alla sua morte nel 2009, padre Luo Xuegang è stato ordinato sacerdote proprio 20 anni fa, cioè il 30 novembre 1991, allo stesso momento di padre Lei Shiyin. Entrambi hanno iniziato la loro attività pastorale nella diocesi di Leshan, prima che nel maggio del 2009 padre Luo Xuegang venisse trasferito a Yibin.

Il nuovo vescovo è stato scelto il 9 gennaio 2010 dal presbyterium di Yibin (con 14 voti su 17) per diventare il coadiutore di mons. Chen Shizhong. Padre Luo Xuegang è presidente dell'Associazione patriottica di Yibin e vice presidente della commissione provinciale per gli Affari della Chiesa.

Come sottolinea Eglises d'Asie, la festa di Sant'Andrea ha un significato particolare per la Chiesa in Cina, specialmente per il Sichuan. E' infatti il nome di battesimo del sacerdote cinese André Li (1692-1775), che formato dai sacerdoti delle Missioni Estere di Parigi mandò avanti da solo per molti anni l'attività della Chiesa nella provincia dopo l'espulsione dei sacerdoti stranieri alla metà del '700.