Colombia: la soluzione del problema della droga porterà la pace

Secondo il cardinal Pedro Rubiano Sáez, arcivescovo di Bogotà

| 1091 hits

ROMA, domenica, 9 gennaio 2005 (ZENIT.org).- “Finché non verrà risolto il problema della droga non ci sarà pace in Colombia”, ha affermato il cardinal Pedro Rubiano Sáez, arcivescovo di Bogotà e presidente della Conferenza Episcopale della Colombia.



Chi semina droga raccoglie morte, ha aggiunto in un’intervista concessa all’associazione cattolica internazionale “Aiuto alla Chiesa che Soffre”.

“Il traffico di droga non è un problema solo per la Colombia, per cui anche i Paesi ricchi devono fare tutto il possibile per lottare efficacemente contro di esso”, ha affermato il porporato.

Quanto al conflitto tra il Governo, la guerriglia di sinistra e i gruppi paramilitari di destra, il cardinal Rubiano ha insistito sull’importanza di raggiungere una riconciliazione nazionale.

“Le condizioni indispensabili per qualsiasi tipo di riconciliazione sono l’onestà e la volontà di sostenere la verità. Solo in questo modo è possibile superare l’odio ed i sentimenti di vendetta”, ha concluso.