Come curare il corpo e l'anima

Il prof. Donatello Calò indica una buona pratica per vivere in salute e più a lungo

| 1127 hits

di Antonio Gaspari

ROMA, sabato, 15 settembre 2012 (ZENIT.org).- Stampato ad aprile e già ad ottobre sarà diffusa la seconda edizione del libro Vivere in salute e più a lungo. Attività fisico-sportiva e aspetti pedagogici dalla culla alla terza età edito da CSA Editrice e (www.csaeditrice.it) scritto dal professor Donatello Calò.

Nel libro si parla degli innumerevoli benefici che l'esercizio fisico e lo sport, associati a una corretta alimentazione e a stili di vita salutari, possono produrre sulla condizione generale di salute e di benessere della persona a tutte le età, e si forniscono indicazioni pratiche e metodologiche per cercare di raggiungerli.

L'autore spiega anche come il movimento può prevenire o ritardare l'insorgere di diverse malattie, o limitarne l'aggravarsi, e accrescere l'aspettativa di vita.

Ha scritto nella Prefazione fra Roberto Fusco della fraternità Francescana di Betania (FFB)

“il movimento è relazione ed è proprio grazie al corpo che si muove, parla e gesticola che si instaurano relazioni significative con gli altri”

“I piedi ci servono per andare verso gli altri, le mani servono per accogliere altre mani suggellare alleanze e stringere rapporti”.

“Il movimento – ha aggiunto Fra Roberto - ci dice che siamo vivi e che abbiamo un corpo, il cui vero significato è quello di essere rivelatore del mistero che è in ognuno di noi”.

Lo sport infatti è ben più che un semplice insieme di discipline agonistiche, in molte culture è ancora sinonimo di regola interiore, di crescita armonica e anche di sacrificio

Spiega Fra Roberto che “per questo motivo Donatello Calò ci aiuta con il suo libro a capire che il movimento, lo sport e l’attività fisica sono una necessità per vivere bene ogni istante della nostra vita nella consapevolezza che tutto è dono e che Colui il quale ci ha donato anche il corpo, un giorno ci chiederà di come ce ne siamo presi cura”.

Il Frate della FFB ricorda che San francesco d’Assisi chiamava il suo corpo “frate asino” Un modo affettuoso ma anche estremamente lucido di definirlo, “esso è un dono che va custodito, ma non assolutizzato”.

Il libro del prof. Calò propone un rapporto costruttivo con il corpo certo che ne fruirà pure l’anima.

Nell’introduzione al libro il Sindaco di Castellana Grotte, Francesco Trifase, racconta del lavoro svolto dal prof. Calò con diverse generazioni di persone e atleti con un approccio unitivo delle diverse scienze fisiche, psicologiche  e sociali

Il medico chirurgo Vito Matarese coglie il tentativo di Calò di  ricercare il senso della vita indicando una educazione che fa stare bene nel fisico e nell’anima.

Secondo l’autore non si tratta solo di alimentare un azione ordinata che dal corpore sano porta alla mens sana, ma ad una cura del corpo che ci fa scoprire la bellezza dell’anima.

Ha scritto Giovanni Paolo II nell’omelia del 29 ottobre del 2000 in occasione del Giubileo degli sportivi, è necessario ”uno sport che liberi i giovani dalle insidie dell’apatia e dell’indifferenza e susciti in loro un sano agonismo (…) che contribuisca a far amare la vita educhi al sacrificio, al rispetto ed alla responsabilità, portando alla piena valorizzazione di ogni persona umana”.

Secondo il libro del prof. Calò l’attività fisica e sportiva è allenamento alla vita.

Il sacrificio, la forza di volontà, il rispetto dell’altro, la lealtà, la condivisione, la gioia di godere del movimento praticato insieme a tutti gli altri, sono secondo Giovanni Paolo II “la logica dello sport” e “la logica della vita” perchè “senza sacrifici non si ottengono risultati importanti e nemmeno autentiche soddisfazioni”.

Conclude il prof. Calò “l’attività fisica e quella sportiva educano ad amare la vita. Sono fonte di creatività, di gioia e strumento irrinunciabile per migliorare la propria condizione di benessere fisico e psichico. A tutte le età portano benefici evidenti e, talvolta, decisivi per sostenere la crescita prima e ritardare i processi di invecchiamento poi”.

I capitoli trattati dal libro di Calò sono:

- Ginnastica fin dalla culla
- Lo zainetto scolastico e il mal di schiena
- Il counselling risponde ai bisogni dei giovani
- La bellezza dell’anima attraverso il linguaggio del corpo
- Integratori, doping e prevenzione
- L’esercizio fisico come stile di vita
- Disabilità e pratica sportiva
- Anziani e attività fisica, per vivere bene la terza età

Il ricavato della vendita dei libri sarà interamente devoluto ad associazioni di volontariato tra cui la Comunità Emmanuel di Lecce che ospita alcolisti e tossicodipendenti, la Caritas, l’associazione a favore dei disabili ‘Fiorire comunque’, l’oratorio Santa Rosa di Castellana Grotte e la comunità Gesù Risorto del Movimento carismatico cattolico italiano.