Comunicato dell’Episcopato messicano circa la decisione della Santa Sede sul caso di p. Marcial Maciel

| 1104 hits

CITTA’ DEL MESSICO, domenica, 21 maggio 2006 (ZENIT.org).- Pubblichiamo il comunicato stampa diffuso venerdì scorso dalla Conferenza dell’Episcopato messicano circa la decisione presa dalla Santa Sede sul caso di padre Marcial Maciel (cfr. ZENIT, 19 maggio 2006).



Il sacerdote ha fondato nel 1941 in Messico la Legione di Cristo, Congregazione religiosa di Diritto Pontificio (www.legionariesofchrist.org) che ha attualmente più di 650 sacerdoti e circa 2.500 seminaristi maggiori e minori. La Congregazione ha case in 18 Paesi.

Il movimento di apostolato “Regnum Christi” (www.regnumchristi.org), anch’esso fondato da padre Maciel, è composto invece da circa 65.000 membri, secolari – uomini e donne –, diaconi e sacerdoti, diffusi in tutti i continenti.

* * *



CONFERENZA DELL’EPISCOPATO MESSICANO
Città del Messico, 19 maggio 2006

COMUNICATO STAMPA SULLA DECISIONE
PRESA DALLA SANTA SEDE
SUL CASO DI PADRE MARCIAL MACIEL



La Conferenza dell’Episcopato Messicano manifesta piena comunione con il Santo Padre Benedetto XVI nella decisione presa sull’indagine circa le accuse rivolte a padre Marcial Maciel, fondatore della Congregazione dei Legionari di Cristo.

Il Santo Padre ha approvato le decisioni della Congregazione per la Dottrina della Fede, sotto la giuda del Cardinale William Joseph Levada, che ha dichiarato – tenendo conto dell’età avanzata di padre Maciel e delle sue delicate condizioni di salute – di rinunciare ad un processo canonico e di invitare il sacerdote ad una vita riservata di preghiera e penitenza, cessando il suo ministero pubblico.

Sappiamo che i Legionari hanno accolto con profondo spirito di obbedienza e fede questa disposizione della Santa Sede. Come ha fatto la stessa dichiarazione ufficiale della Santa Sede, anche noi riconosciamo l’opera evangelizzatrice e sociale che la Congregazione dei Legionari di Cristo ha svolto a favore di milioni di Messicani. L’apostolato che i Legionari di Cristo realizzano nel Paese, con le scuole, le università e altre opere sociali ed evangelizzatrici, è senza dubbio di grande beneficio per la Chiesa in Messico.

+Carlos Aguiar Retes
Vescovo di Texcoco
Segretario Generale della CEM