Comunicazione della fede e testimonianza cristiana

Il 12 e 13 marzo un convegno alla Pontificia Università della Santa Croce in vista dell'Anno della Fede e del Sinodo sulla Nuova Evangelizzazione

| 1163 hits

ROMA, venerdì, 9 marzo 2012 (ZENIT.org) – In vista dell'Anno della Fede e del Sinodo sulla Nuova Evangelizzazione, la Facoltà di Teologia della Pontificia Università della Santa Croce organizza, per i prossimi 12 e 13 marzo, il convegno Comunicazione della fede testimonianza cristiana, incentrato sull'efficacia della “comunicazione della fede”, attraverso l'utilizzo combinato di testimonianza e parola, come auspicato dal Concilio Vaticano II.

“La comunicazione della fede rappresenta la grande sfida dei nostri tempi, e lo dimostrano i notevoli sforzi compiuti in tal senso dal magistero di Benedetto XVI e del suo predecessore Beato Giovanni Paolo II – dichiara il prof. Paul O'Callaghan, del comitato organizzatore –. Lo stesso Concilio Vaticano II fu convocato con la precisa finalità di poter comunicare la fede con più efficacia”.

Per cui, “in un'epoca in cui i cambiamenti culturali sono così intensi e rapidi”, la sfida della comunicazione della fede “diventa centrale”. Ma va perseguita riscoprendo entrambe le categorie della testimonianza, che resta comunque “la miglior garanzia dell'autenticità della fede comunicata”, e della parola, “essenziale nell'evangelizzazione”, dando nuova vitalità all'apostolato di tutti i cristiani “per l'evangelizzazione del mondo”.

Ad aprire i lavori sarà Mons. Giuseppe Angelini (Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale) con la relazione La valenza antropologica della testimonianza cristiana, a cui seguirà il Rev. Prof. Javier María Prades López (Universidad San Dámaso) su La categoria della testimonianza nei documenti della Chiesa dal Concilio Vaticano II.

Nel pomeriggio di lunedì è atteso l'intervento di Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, che parlerà di Testimonianza, parola e nuova evangelizzazione.

Seguirà una tavola rotonda su Testimonianza cristiana, arte e società con gli interventi di Maria Vittoria Marini Clarelli (Soprintendente Galleria Arte Moderna e Contemporanea di Roma), Giulio Base (attore e regista) e Costanza Miriano (giornalista e scrittrice).

Il secondo giorno, martedì 13 marzo, interverranno il Rev. Prof. Carlos Jódar (Santa Croce) su La Sacra Scrittura come testimonianza; il Rev. Prof. Paul O'Callaghan (Santa Croce), su L'articolazione tra parola e evento nella Dei Verbum, chiave nella testimonianza cristiana e il Rev. Prof. César Izquierdo (Universidad de Navarra), su Testimonianza e dialogo nella missione universale della Chiesa.

La tavola rotonda del pomeriggio, su Testimonianza cristiana e attività politica, vedrà la partecipazione degli Onorevoli Guglielmo Vaccaro, Roberto Rao e del Senatore Gaetano Quagliariello.