Consegnato uno studio sul preservativo alla Congregazione per la Dottrina della Fede

Di carattere scientifico ed etico nel contesto della prevenzione dell’Aids

| 977 hits

CITTA’ DEL VATICANO, martedì, 21 novembre 2006 (ZENIT.org).- Un dossier sulla questione del preservativo è stato consegnato dal Cardinale Javier Lozano Barragán alla Congregazione per la Dottrina della Fede su richiesta di Benedetto XVI.



Lo ha rivelato lo stesso presidente del Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute nel corso della conferenza stampa di presentazione della XXI Conferenza Internazionale di questo organismo vaticano sugli “Aspetti pastorali della cura delle malattie infettive”.

La questione è ora nelle mani della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha spiegato, “perché il nostro Pontificio Consiglio non ha compiti dottrinali, ma compiti pastorali”.

“Così – ha continuato il Cardinale – seguendo il desiderio del Santo Padre abbiamo fatto un accurato studio sull’uso dei profilattici, tanto dal punto di vista scientifico che da quello morale e l’abbiamo consegnato alla Congregazione per la Dottrina della Fede”

Citando l’esortazione apostolica postsinodale di Giovanni Paolo II “Familiaris Consortio” (22 novembre 1981), ha spiegato che nessuna posizione della Chiesa in materia deve portare a pensare che possa incoraggiare condotte leggere in materia di morale sessuale.

Il dossier, ha affermato il Cardinal Lozano, offre non solo dati obiettivi sull’uso del preservativo, ma anche un ventaglio delle varie posizioni pastorali adottate nel mondo.

Il porporato ha ripetuto che non spetta al Consiglio decidere se sia necessario pronunciarsi o se bisogna rispondere alla questione, e ha affermato che l’argomento resta nelle mani della saggezza di Papa Benedetto XVI e del suo “carisma” di successore di Pietro, assistito dallo Spirito Santo.