Cultura e bellezza per la libertà religiosa

Personaggi di religioni diverse si troveranno il 19 aprile a Roma nell'Auditorium di via della Conciliazione

Roma, (Zenit.org) Antonio Gaspari | 531 hits

Un incontro senza precedenti tra ebrei, musulmani, ortodossi, islamici, cattolici si svolgerà venerdì 19 aprile a Roma, nell’Auditorium di via della Conciliazione a due passi dalla Basilica di san Pietro.

Il tema in discussione è quello della “Libertà religiosa oggi”, e i relatori provengono da tutti gli strati sociali, un cardinale, un gesuita astronomo, un missionario della Consolata, due graffiti writer, un campione del basket, due direttrici di musei tra i più grandi dell’America latina e del mondo arabo, un Rabbino tra i più influenti, una cantante regina del Pop, una missionaria comboniana, una dottoressa in chimica boliviana che combatte malattie e analfabetismo, un fotografo ebreo specialista della Sindone, il direttore di una dei centri specializzati nella crescita delle religioni, un pacifista fondatore della cittadella della Pace e un egiziano che promuove la conoscenza e la diffusione della tecnologia informatica nel mondo.

L’incontro è stato promosso da Tedxviadellaconciliazione e gode del Patrocinio del Pontificio Consiglio per la Cultura.

Tedx è un programma lanciato in Italia nel 2009 che permette a terzi l’organizzazione di eventi indipendenti legati al modello originale del TED.

Tutto parte dall’esperienza dell’organizzazione non profit: TED (Technology Entertainment Design), il cui motto è ideas worth spreading ovvero "idee che vale la pena di divulgare".

TED permette a tutti quelli che hanno idee nuove, buone e propositive di presentarle in 18 minuti. Gli interventi vengono filmati e messi a disposizione nel sito TED. Gli utenti sono invitati a discutere attraverso TED conferences, conversation, prize, community, fellow, blog

Ogni anno viene assegnato il TED Prize, alle persone che hanno presentato le migliori idee. Il premio consiste nel permettere la realizzazione dei progetti presentati.

Per favorire incontri e iniziative nella scia dello spirito di TED, sono nati i TEDx.

In merito all’incontro in Via della Conciliazione, Tedx ha scritto: “L’intenzione è quella di creare un dialogo in merito alla libertà religiosa. Partendo dalla differenti posizioni l’idea è quella di vedere come le diferenti religioni nella loro libertà possono contribuire alla pace mondiale”.

Essere credenti significa avere uno spirito universale che rafforza i valori comuni dell’umanità e li pone nella prospettiva di raggiungere orizzonti planetari.

Tedxviadellaconciliazione intende mostrare come le differenti religioni impegnate in un progetto culturale comune, possono favorire la pace e lo sviluppo per il mondo intero.

Non si tratta solo di coesistere, ma di muoversi insieme verso verità giustizia e bellezza.

C’è il cardinale Gianfranco Ravasi: presidente del Pontificio Consiglio della Cultura che promuove "Il cortile dei gentili".

Il Rabbino Capo David Rosen: direttore del Dipartimento per gli Affari interreligiosi dell'American Jewish Committee (AJC) e consigliere onorario sulle relazioni interreligiose al Gran Rabbinato di Israele.

Padre Guy Consolmagno frate gesuita, astronomo e professore universitario, specializzato in Scienze dei pianeti al Massachussett Institute of Technology (MIT). E' astronomo nella Specola Vaticana,

C’è Brian Grim, direttore scientifico al Forum del Pew Research Center on Religion & Public Life. I report del Pew in merito alla crescita delle religioni sono tra i migliori al mondo.

Il campione di Basket, Vlade Divac, professionista NBA dal 1989 al 2005 e presidente del comitato olimpico serbo. Il noto cestista presiede la The Ana and Vlade Foundation che aiuta i rifugiati favorendo il dialogo tra fedi diverse.

La boliviana Pilar Mateo, nota tra il popolo Guarani come "L'angelo bianco", perché la più determinata a sconfiggere la malattia di Chagas. Nel 2006 ha fondato il "Movimento Indigeno mondiale delle donne", una ONG per l’educazione delle donne indigene in Bolivia.

Ci sono Soumaya Slim e Fernando Romeo curatori del Soumaya Museum a Città del Messico che con 66mila opere è la più grande collezione privata di tutta l'America Latina. L'architetto Fernando Romero ha progettato il Museo ed è uno dei più bravi giovani architetti sudamericani.

C’è la famosissima cantante statunitense di origine cubana Gloria Estefan, considerata la regina del pop.

Sheikha Hussah Sabah al-Salem al-Sabah, sorella dell'Emiro del Kuwait, direttrice del Dar al-Athar al-Islamiyyah (DAI) a Kuwait City, e co-proprietaria della al-Sabah Collection, una delle più grandi collezioni di arte Islamica nel mondo.

C’è il graffittaro Mohammed Alì, che con il suo movimento di islamic spiritual art utilizza i graffiti per lanciare messaggi di pace e libertà tra le religioni.

Mr Kleva: artista, writer cattolico, vincitore del premio Urba Act del Comune di Roma. Il Vangelo è fonte di ispirazione.

Franco Vaccari fondatore di La Rondine, Cittadella della Pace. Oggi La Rondine è la casa di 40 studenti, provenienti da Kosovo e Bosnia, la Russia e la Cecenia, Israele e Palestina, Sierra Leone e Mali, Armenia e Turchia.

C’è il missionario della Consolata, Leone Narvaez, che inviato nella roccaforte delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), nella regione di Caquetá, ha incontrato i leader dei ribelli ed è stato negoziatore nel processo di pace facendo rilasciare numerosi ostaggi. Con il perdono ha placato la violenza. Il suo programma è adottato a Harvard e in molte città dell'America Latina.

L’egiziano Hisham El Sherif fondatore dell’Information and Decision Support Corporation (IDSC), un "serbatoio del pensiero" che incentiva più di 400 progetti di tecnologia e infrastruttura informatica in Egitto, negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente.

La missionaria comboniana Alicia Vacas che vive e lavora a Betania (Gerusalemme Est), di fronte al muro che separa palestinesi e ebrei. Dal 2008, il suo tempo è diviso tra le comunità beduine Jahalin e l'organizzazione israeliana Medici per i Diritti Umani che combatte contro la tratta di esseri umani, che si verifica nella penisola del Sinai.

E poi l’ebreo Barrie Schwortz, fotografo ufficiale per la Sindone di Torino nel Progetto di Ricerca (STURP).

L'evento sarà in lingua inglese, con possibilità di avere la traduzione simultanea in sala. La registrazione all'evento è obbligatoria: http://www.tedxviadellaconciliazione.com/

Riceverai via e-mail il Badge Media necessario per accedere alla sala.

Puoi registrare la tua presenza anche su Facebook a questo indirizzo: http://www.facebook.com/events/193009230823124/

TEDxViadellaConciliazione è anche su Facebook e Twitter.