Da Jean Louis Ska a Paolo Curtaz, da Bennato a Balasso: i primi nomi del Festival Biblico

Oltre 150 eventi, 15 città coinvolte e la Basilica Palladiana come quartier generale della kermesse al via il 31 maggio

Roma, (Zenit.org) | 443 hits

Oltre 150 eventi in dieci giorni, ben 15 città coinvolte, tra cui, per la prima volta, Padova, un quartier generale prestigioso come la Basilica Palladiana, ospiti del calibro di Jean Louis Ska, Edoardo Bennato, Natalino Balasso, Philippe Daverio, Paolo Curtaz e molti altri. Sono solo alcune delle anticipazioni della IX edizione del Festival Biblico, la manifestazione più significativa in Italia dedicata alle Sacre Scritture, che quest’anno si terrà dal 31 maggio al 9 giugno a Vicenza e in molte altre città e che verrà presentata alla stampa venerdì 17 maggio alle ore 12  nella Sala del Capitolo della Chiesa di Santa Corona.

La kermesse culturale porterà la Parola di Dio nelle piazze, nei cortili, nelle strade e nei palazzi, in un confronto aperto sul tema Fede e Libertà secondo le Scritture che si svilupperà attraverso quattro percorsi. Il primo, quello spirituale, esegetico e teologico, vedrà tra i suoi momenti più alti  il dialogo tra Mons. Vicenzo Paglia e la scrittrice Lucietta Scaraffia in Cattedrale a Vicenza.

Per l’occasione l'Ensemble Il Teatro Armonico eseguirà il “Credo” dalla Grande Messa in Si minore di J.S. Bach. Sguardi biblici inconsueti saranno poi quelli del teologo web Paolo Curtaz e quello  internazionale di Jean Louis Ska. Società, educazione e cultura sono invece le parole chiave alla guida del secondo percorso, che avrà il proprio focus sul rapporto fede e la libertà viste nel loro intrecciarsi nella quotidianità dell’esistenza umana, con grandi protagonisti provenienti dal mondo “secolare” e laico.

Su questo binario si muoveranno sociologi e magistrati, scrittori e filosofi, giornalisti ed economisti come Luigino Bruni, Fabio Folgheraiter, Michela Marzano e Annalisa Minetti. E visto che la Bibbia è immersa nella bellezza e la bellezza è a suo modo “maestra” perché arricchisce il cuore, affina l’anima e sviluppa il pensiero, all’interno del Festival Biblico non mancherà nemmeno il percorso Musica, teatro e arti visive, con alcuni personaggi noti del mondo dello spettacolo, tra cui Philippe Daverio, Edoardo Bennato, atteso sabato 8 giugno in Piazza dei Signori per il concerto a ingresso gratuito, e Natalino Balasso, al Parco Querini con lo spettacolo ‘L’idiota di galilea’ domenica 9 giugno.

Chiude i percorsi il Focus sulle Terre Bibliche “Linfa dell’Ulivo”, promosso dall’Ufficio Pellegrinaggi della Diocesi di Vicenza. L’iniziativa, dopo il successo della prima edizione rinnova la sua formula, ampliandola. Dal 6 all’8 giugno si alterneranno a Vicenza le voci dei massimi esperti in campo di esegetica, storia biblica e archeologia per fare il punto sulle questioni più dibattute in ambito mondiale.

Molte le novità di questa edizione, che verranno svelate in conferenza stampa. Tra le altre cose, la kermesse biblica potrà contare, quest’anno, sulla città di Padova, che va ad aggiungersi, così, alle sedi di Verona e Vicenza, allargando la proposta culturale ad un territorio tra i più vasti che una rassegna culturale del Veneto possa vantare. Fulcro centrale della manifestazione resta Vicenza, città bellissima che per l’occasione - altra novità -  apre al pubblico del Festival Biblico il suo tesoro ritrovato, la Basilica Palladiana in Piazza dei Signori, quartier generale della manifestazione per il 2013.

Sul sito internet www.festivalbiblico.it è possibile trovare il programma provvisorio del Festival in via di definizione