Dal Sud del Mondo: Presentata a Cagliari l'assise della "Dante"

Nel corso dell'inaugurazione dell'81° Congresso della Società Dante Alighieri, venerdì 20 settembre, è stata annunciata la firma dell'accordo tra SDA, Tiscali e Il Giornale dell'Arte

Roma, (Zenit.org) | 243 hits

Non possiamo lasciare che il nostro patrimonio culturale sia oggetto di interesse ed uso dei grandi motori di ricerca. L’Italia deve avere il proprio portale del sapere. Con istella Renato Soru, Presidente di Tiscali, ha presentato ieri nell’ambito dell’81° Congresso Internazionale della “Dante” quella che sarà la risposta all’offerta delle multinazionali straniere: “istella non è solo il grande motore di ricerca, ma una sorta di enciclopedia della cultura italiana condivisibile”.

In queste frasi è custodita la sintesi perfetta del nuovo pensiero digitale che anche la SocietàDanteAlighieri ha deciso di adottare nell’epoca del 2.0. E non è un caso che nel corso della prima giornata di lavoro del Congresso in corso a Cagliari sul tema “Dal Sud del mondo. La lingua, la cultura e l’economia italiana. La Sardegnacome ponte sul Mediterraneo”,  si sia dato l’annuncio della firma dell’accordo di collaborazione tra la Societàdedicata al Sommo poeta, Tiscali – attraverso il motore di ricerca italiano istella - e Il Giornale dell’Arte.

La “Dante 2.0,la Danterinnovata – ha replicato Paolo Peluffo, vicepresidente della Società  - è la risposta ai grandi temi di una società globalizzata alla ricerca della propria identità”.

A proposito dell’insegnamento a distanza, l’Amb. Andrea Meloni, Direttore Generale perla Promozionedel Sistema Paese del MAE, intervenuto nel corso dell’inaugurazione, ha dichiarato come “Gli Istituti Italiani di cultura e le scuole di italiano all’estero devono lavorare con i Comitati della Dante nel mondo. Già si collabora insieme, ma si può fare molto di più”. Il primo terreno d’azione sinergica, secondo Meloni, potrebbe essere quello dell’insegnamento a distanza: “Come Italia non abbiamo ancora un’offerta importante, ma so che la “Dante” sta riflettendo su questo, e forse da questo ambito si potrà partire per lavorare insieme cominciando dal gruppo che ha formato l’Associazione CLIQ-Certificazione Lingua Italiana di Qualità”. 

“Il contributo che l’Italia ha dato alla cultura internazionale nei secoli è ben conosciuto, quello che ancora è poco noto è che l’Italia ancora oggi contribuisce sostanzialmente alla cultura internazionale, nella letteratura, nella musica, nelle arti figurative” – ha aggiunto l’Amb. Francesco Aloisi de Larderel, Presidente di ADA-Associazione Amici della Dante – “e il nuovo portale contribuirà a valorizzare la produzione artistica italiana contemporanea all’estero” attraverso la collaborazione che si attiverà con il motore di ricerca IStella di Tiscali e con il Giornale dell’Arte”.

La giornata augurale del Congresso -realizzato con il patrocinio di Camera e Senato e dell’Università di Cagliari, e con il contributo di Regione Autonoma Sardegna, Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione, Itinerari dello spirito Sardegna, Comune di Cagliari  Streamago e posto sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana -ha offerto molteplici spunti su argomenti di primo piano: avere la consapevolezza che sapere investire in cultura è la necessità attuale del nostro Paese; mettere a regime quelle potenzialità che il Mezzogiorno possiede nella prospettiva del turismo culturale; aprire al dialogo con i Paesi che affacciano sul Mare Nostrum, ripartendo dalla comune koinè mediterranea.

Oggi ancora approfondimenti nella tavola rotonda coordinata da Lucio Caracciolo sul bilancio geopolitico e culturale del Mediterraneo all’indomani delle primavere arabe e l’incontro, coordinato da Massimo Arcangeli, con gli scrittori Amara Lakous, Paola Soriga e Younis Tawfik.