"Dalla parte degli ultimi al tempo della crisi"

Il 16 e 17 novembre, alla "Domus Urbis" di Roma, l'assemblea nazionale del Movimento laicale guanelliano

Roma, (Zenit.org) | 212 hits

"Dalla parte degli ultimi al tempo della crisi": è questo il tema scelto per l'assemblea nazionale del movimento laicale guanelliano, che si terrà il 16 e 17 novembre, alla "Domus Urbis" di Roma, in via della Bufalotta 550.

"Da sempre dalla parte degli ultimi – spiega il presidente Prof. Vittore Mariani – l'Opera e il suo movimento laicale vogliono contribuire, in questo tempo di crisi, a scuotere le coscienze per riportarle nel solco della giustizia. Si tratta – aggiunge – non solo si essere promotori di carità ma proprio per questo di andare a rimuovere davvero le cause di natura politica ed economica che hanno generato questa crisi, che ad esempio in Italia a livello giovanile ha fatto registrare un tasso di disoccupazione record pari al 40%. Recuperare sostanzialmente gli insegnamenti del Concilio, in particolare della Gaudium et Spes, e dar loro reale attuazione".

In apertura dei lavori, sabato mattina, in programma il Saluto dei Superiori Generali delle due Congregazioni fondate da San Luigi Guanella, padre Alfonso Crippa (SdC) e madre Serena Ciserani (FSMP). A seguire un approfondimento sulla figura del “laico cristiano nella Chiesa e nella società dalla parte degli ultimi: dal Concilio Vaticano II all’odierno tempo di crisi”. Nel pomeriggio focus sui “Cambiamenti delle Costituzioni SdC e FSMP e sui possibili nuovi ruoli di responsabilità dei laici per un futuro delle opere di carità guanelliane nella condivisione di carisma, pedagogia, progetti”, a cura di don Luigi De Giambattista, consigliere generale delegato MLG a Madre Giustina Vallicenti, vicaria generale.

"Stiamo andando – spiega padre De Giambattista – verso un sempre maggiore coinvolgimento dei laici nella promozione e gestione delle opere di Carità, e nella diffusione e promozione della cultura della vita e della solidarietà". Il movimento laicale, già nel cuore del fondatore, è la "casa comune di tutti gli uomini di buona volontà che, attratti dalla spiritualità di don Guanella, hanno a cuore i poveri e desiderano far crescere nel mondo la cultura della solidarietà e dell’amore". Ampiamente diffuso in Italia, Sud America ed USA, si sta sviluppando con vivacità anche in Africa, India e Filippine. L'assemblea è chiamata anche all'elezione del nuovo gruppo di coordinamento nazionale MLG.