Decennale per la Facoltà teologica del Triveneto

Nel prossimo anno accademico la Facoltà festeggerà i primi dieci anni di vita: occasione di verifica e di rilancio per continuare a far crescere la qualità dell'offerta formativa

Roma, (Zenit.org) Redazione | 238 hits

L’anno accademico 2014/2015 segna il decennale per la Facoltà teologica del Triveneto, istituzione nata nel 2005 per volontà della Conferenza episcopale triveneta con l’obiettivo di potenziare e promuovere la formazione teologica sul territorio. La Facoltà si è costituita come struttura “a rete”, con sede centrale a Padova, collegando gli 11 Istituti superiori di Scienze religiose (Issr) e i 5 Istituti teologici (Ita) già presenti e operanti in Veneto, Friuli Venezia Giulia eTrentino Alto Adige. Oggi l’istituzione accademica conta nel complesso 2613 studenti iscritti, di cui 2160 sono laici. Di questi, 408 frequentano i corsi di teologia nella sede di Padova; 1912 sono iscritti negli Issr e 293 negli Ita; i docenti sono 394.

“Vogliamo vivere il traguardo dei nostri primi dieci anni – spiega il preside, prof. Roberto Tommasi – come momento di verifica e di rilancio. Puntiamo ad alzare ulteriormente la qualità dell’insegnamento, a integrare sempre meglio le varie discipline e a far crescere il rapporto fra docenti e studenti, ai quali desideriamo anche offrire nuovi servizi (ad esempio con ulteriori dotazioni informatiche per la biblioteca). Pure la ricerca avrà nuovo impulso, con l’individuazione di nuove aree e progetti, fra cui segnalo l’apertura, nell’ambito del biennio di specializzazione, di un nuovo percorso di approfondimento sul rapporto chiesa-società, con particolare attenzione alle problematiche del mondo del lavoro e delle emigrazioni. Andremo inoltre a potenziare il lavoro in rete fra i nostri istituti collegati e con le altre realtà accademiche del territorio. Accanto alla convenzione già sottoscritta con l’Università di Padova, è in fase di definizione una convenzione quadro con l’Università di Verona, i Conservatori musicali di Verona e Vicenza e l’Accademia Cignaroli di Verona, che favorirà lo scambio di docenti e studenti e la messa a punto di iniziative in collaborazione”. 

La Facoltà offre due percorsi di studio – TEOLOGIA (nei tre gradi della laurea, specializzazione e dottorato – link →) e SCIENZE RELIGIOSE (laurea e laurea magistrale – link →). In entrambi la qualità della formazione e della ricerca teologica si intreccia, da un lato, al dialogo con la cultura contemporanea, i saperi scientifici, il contesto interreligioso e le questioni che interpellano l’uomo e la società d’oggi e, dall’altro, è al servizio della realtà pastorale e sociale delle tre regioni in cui hanno sede i diversi istituti in rete.

L’OFFERTA FORMATIVA: 1. TEOLOGIA

Nella sede centrale della Facoltà, a Padova, è disponibile l’intero percorso di TEOLOGIA.

Fra le novità per l’anno accademico 2014/2015 si segnala la possibilità per gli studenti del primo ciclo (laurea in teologia –link →) di ricevere una formazione completa in vista della professione di insegnante di religione cattolica, uno degli sbocchi lavorativi principali per i laureati. Il secondo ciclo (specializzazione nei due indirizzi: pastorale e spirituale – link →) propone due seminari-laboratori (a cui ci si può iscrivere anche come semplici uditori), con relative giornate di studio aperte al pubblico: Sfide per la pastorale: lavoro, economia, migrazione e L’esperienza umana e spirituale della compassione. Per chi desidera completare la formazione teologica, è a disposizione il terzo ciclo di studi (dottorato di ricerca – link →): un vero laboratorio di pensiero dove lo studente può sviluppare un contributo originale e creativo nell’ambito della teologia.

L’OFFERTA FORMATIVA: 2. SCIENZE RELIGIOSE

Negli 11 Istituti superiori di scienze religiose collegati in rete, con sede in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige (mappa →) è possibile seguire il percorso di SCIENZE RELIGIOSE (secondo il modello 3+2: laurea e laurea magistrale – link →).

Gli ISSR offrono diversi indirizzi nel biennio di specializzazione. Il più diffuso è il pedagogico-didattico, che prepara soprattutto insegnanti di religione cattolica; l’indirizzo pastorale-ministeriale è invece più mirato a formare presenze “educative” che potranno inserirsi sia nelle strutture della comunità cristiana che della società, ad esempio come operatori pastorali negli uffici diocesani, nella pastorale giovanile, nel counseling, nei media. Altri indirizzi propongono l’approfondimento di studio e di ricerca nel settore dei beni culturali, negli ambiti socio-politico, interculturale e interreligioso, antropologico-culturale e biblico-culturale.

Per conoscere le novità e i programmi del percorso di scienze religiose per il nuovo anno accademico consultare i siti web dei singoli istituti.

• Belluno www.scienzereligiosebelluno.it

• Bolzano-Bressanone www.studioteologico.it

• Padova www.issrdipadova.it

• Portogruaro “Rufino di Concordia” www.issr-portogruaro.it

• Trento CSSR http://isr.fbk.eu

• Treviso-Vittorio Veneto www.diocesitv.it/istitutosuperiore

• Trieste www.diocesi.trieste.it/issr

• Udine “Mons. Alfredo Battisti” www.issrudine.it

• Venezia “San Lorenzo Giustiniani” http://issr.marcianum.it/

• Verona “San Pietro Martire” www.teologiaverona.it

• Vicenza “Mons. A. Onisto” www.vicenza.chiesacattolica.it

PROSPETTIVE PROFESSIONALI

Tra le prospettive realizzabili per chi ha studiato teologia e scienze religiose si possono aprire il mondo della scuola, per l’insegnamento della religione, gli ambiti del sociale e non profit, comunicazione e fund raising per organizzazioni religiose, counseling e mediazione interculturale/interreligiosa, oltre al servizio nel settore pastorale.

Le iscrizioni alla Facoltà sono aperte fino al 30 settembre.

Per informazioni: www.fttr.it e pagine Facebook – Twitter – Google+

Materiale informativo sulla Facoltà è scaricabile alla pagina: http://www.fttr.it/pls/fttr/V3_S2EW_CONSULTAZIONE.mostra_pagina?id_pagina=1636

Segreteria generale: via del Seminario, 7 – 35122 Padova, tel. 049-664116.