Dialogo cattolico-ortodosso: le reazioni dei media in Polonia

Giornali e radio plaudono i recenti miglioramenti avvenuti, soprattutto nelle relazioni tra popolazione russa e polacca. E sperano nella visita del Patriarca Kirill alla GMG di Cracovia

Czestochowa, (Zenit.org) Don Mariusz Frukacz | 305 hits

I mass media in Polonia hanno preso atto con interesse la partecipazione del Metropolita Hilarion, presidente del Dipartimento delle Relazioni Ecclesiastiche Esterne del Patriarcato di Mosca alla conferenza "Il futuro del cristianesimo in Europa. Il ruolo delle Chiese e dei popoli polacco e russo", svoltosi presso l’Università "Cardinale Stefan Wyszynski", a Bielany di Varsavia a novembre. I mass media, non solo quelli cattolici, hanno rilevato l'importanza del messaggio comune russo-polacco congiunto dello scorso anno a Varsavia.

"La cooperazione tra polacchi cristiani e cristiani russi è necessario oggi non solo per migliorare il rapporto tra i due paesi, ma anche per far fronte alle sfide del mondo di oggi”, scrive Nasz Dziennik (Il Nostro Giornale), ricordando le parole del messagio della Conferenza svolta a Varsavia. “La testimonianza sarà efficace quando cattolici e ortodossi lavoreranno insieme”, aggiunge.

L’importanza della cooperazione polacco-russa, sottolinea il Portale Wiara (La Fede), “è necessaria in questa parte del mondo per la pace e perché le persone possano godere della libertà e dei diritti che nessuno dovrebbe minacciare”.

“Dobbiamo unire i nostri sforzi per proteggere i valori tradizionali della famiglia cristiana e il matrimonio e la tutela dei cristiani perseguitati” – scrive invece il settimanale cattolico Niedziela ricordando le parole del Metropolita Hilarion. “Il lavoro comune – soggiunge la rivista -  è fondamentale”, e può essere “una difesa per tutti i cristiani ingiustamente perseguitati in diverse parti del mondo”.

I mezzi di informazione polacchi hanno anche evidenziato l'importanza di un incontro tra il Metropolita Hilarion con il cardinale Stanisław Dziwisz, arcivescovo di Cracovia. “Hilarion è un ardente sostenitore della riconciliazione tra Polonia e Russia”, scrive Dziennik Polski (Il Giornale Polacco). Questo processo, aggiunge, “deve coinvolgere tutti gli ortodossi e cattolici di entrambi i paesi”. In tal senso, sarebbe un vero evento la possibile visita del Patriarca Kirill in Polonia per la GMG del 2016 a Cracovia.

Nella stessa ottica  - osservano Radio Polacca, KAI (Agenzia Cattolica delle Informazioni in Polonia) e PAP (Agenzia Polacca delle Informazioni) - “la visita di Kirill alla Giornata Mondiale della Gioventù potrebbe essere un importante punto del dialogo cattolico-ortodosso e polacco-russo”.