Dichiarazione congiunta in difesa dei cristiani e delle minoranze religiose nel mondo

Il testo è stato adottato dall'Assemblea Plenaria del CCEE, insieme alla "Appeal of Conscience Foundation"

San Gallo, (Zenit.org) | 264 hits

L’Assemblea Plenaria del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa - CCEE, (Bratislava, Slovacchia, 3-6 ottobre 2013) insieme all’Appeal of Conscience Foundation hanno adottato una dichiarazione comune portata a conoscenza in questi giorni ai vertici delle Nazioni Uniti.

Tenendo presente il costante aumento di forme di violenza, persecuzioni di cristiani e altri gruppi religiosi in diversi parti del mondo, i firmatari della dichiarazione chiedono alle Nazioni Unite di promuovere con urgenza un impegno politico e sociale in difesa di queste popolazioni e a sostegno della libertà religiosa, adottando in particolare unaRisoluzione per la protezione delle minoranze religiose.

La stessa dichiarazione è stata spedita ai vertici di numerose nazioni per chiedere misure e azioni reali in difesa delle minoranza religiose, dei luoghi di culto e dei testi sacri.

“Rendiamo oggi pubblico questo testo con la speranza che esso possa trovare un riscontro positivo in breve tempo”, ha detto il cardinale Erdő, e prosegue “la quantità di persone che stanno soffrendo a causa della propria fede è uno scandalo nel nostro mondo moderno”.

Fondata dal Rabbino Arthur Schneier nel 1965, l’Appeal of Conscience Foundation è una partnership interreligiosa di esponenti spirituali e aziendali di ogni fede che si uniscono per promuovere “la pace, la tolleranza e la risoluzione di confitti etnici”.

Si allega il testo completo della dichiarazione. Traduzione dall’originale inglese.

***

Dichiarazione comune

La Fondazione per l’Appello alla Coscienza e il Consiglio delle Conferenze Episcopali d'Europa (CCEE), preoccupati per la violenza persistente e le persecuzioni nei confronti delle minoranze cristiane e di altri gruppi religiosi, esortano le Nazioni Unite ad adottare una Risoluzione per la Protezione delle Minoranze Religiose.

Condanniamo tutti gli atti o minacce di violenza, distruzione, danneggiamento o intimorimento diretti contro le minoranze religiose, inclusa la distruzione di luoghi di culto e di testi religiosi sacri di qualsiasi tipo.

Rivolgiamo un appello a tutti gli Stati per la prevenzione degli atti o minacce di violenza, e invitiamo le organizzazioni intergovernative e non governative competenti a contribuire a questi sforzi sviluppando iniziative appropriate che mirino a promuovere il rispetto reciproco e il riconoscimento delle minoranze religiose.

Il Consiglio delle Conferenze Episcopali d'Europa e la Fondazione per l’Appello alla Coscienza esortano tutti gli Stati, le organizzazioni intergovernative e non governative e i media a promuovere, attraverso la formazione, una cultura del rispetto reciproco e della tolleranza per la diversità delle religioni, che rappresentano un aspetto importante del patrimonio collettivo dell'umanità.