Diocesi di Roma: «Siamo vicini agli ammalati e ai lavoratori»

Attenzione e apprensione per la crisi della sanità nel Lazio

| 635 hits

ROMA, sabato, 1 dicembre 2012 (ZENIT.org) - «Seguiamo con attenzione e apprensione la situazione di crisi che si è venuta a determinare nella sanità del Lazio e che rischia di compromettere irreversibilmente il prezioso servizio svolto dagli ospedali religiosi a tutela della salute dei cittadini».

Lo afferma monsignor Andrea Manto, direttore del Centro diocesano per la pastorale sanitaria sul settimanale diocesano Roma Sette in edicola domenica 2 dicembre con il quotidiano Avvenire, in merito all’allarme lanciato dall’Aris Lazio (Associazione religiosa istituti socio-sanitari), dal Policlinico Gemelli, dal Campus Bio-Medico dopo l’approvazione del decreto Bondi.

«Siamo consapevoli - prosegue monsignor Manto - che è in gioco la sopravvivenza delle strutture sanitarie ed esprimiamo la nostra particolare vicinanza a tutti gli ammalati, ai lavoratori e alle loro famiglie. I pur necessari interventi di riduzione dei costi devono andare a colpire gli sprechi e le inefficienze e non a mortificare molte tra le migliori realtà della sanità nella nostra regione».