"Diritti umani, speranza e delusioni"

Questo il titolo del Convegno che si terrà domani, giovedì 21 novembre, presso la Pontificia Università della Santa Croce

Roma, (Zenit.org) | 210 hits

Giovedì 21 novembre (ore 9.45, Aula Magna "Giovanni Paolo II"), su iniziativa della Facoltà di Diritto Canonico della Pontificia Università della Santa Croce e in collaborazione con l'Università degli Studi Roma Tre, avrà luogo la Giornata di Studio "Diritti Umani, speranza e delusioni".

La finalità dell'iniziativa - spiegano gli organizzatori - è quella "di esplorare meccanismi e contenuti di alcune delle principali metamorfosi vissute e attraversate dalla tematica dei diritti umani negli ultimi decenni".

Nel 1951 Hannah Arendt aveva auspicato "un nuovo Sinai, una nuova legge sulla terra che restituisca alle persone la dignità perduta, riconosca i suoi diritti fondamentali, li imponga a tutti gli ordinamenti e Stati come vero e proprio obbligo di diritto internazionale". Oggi, però, dopo una "prima fase di esaltazione e affermazione dei diritti umani (1950-1990)", "si sta passando ad una Nuova Babele, nella quale si perde progressivamente il senso dei diritti della persona e si legittimano come tali interessi o comportamenti gravemente lesivi della legge naturale e dei diritti degli altri".

A presiedere le due sessioni della Giornata saranno i Cardinali Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, e Attilio Nicora, Presidente dell'Autorità di Informazione Finanziaria (A.I.F.). Interverrà, inoltre, il Prof. Giuliano Amato, Giudice della Corte Costituzionale.

Il Prof. Carlo Cardia (Roma Tre) parlerà su "La metamorfosi dei diritti umani. Dal Nuovo Sinai di Hannah Arendt alla Nuova Torre di Babele"; il Prof. Vincenzo Buonomo (Università Lateranense), su "Proliferazione e soggettivismo nei diritti umani degli ultimi decenni"; il Prof. José Tomás Martín de Agar (Santa Croce), su Diritti Umani contro Diritti Umani: fine della relazionalità e della solidarietà nei rapporti intrasoggettivi"; infine, il Prof. Giuseppe Della Torre (Lumsa), su "La libertà religiosa. Dalla Westfalia Europea alla Westfalia Mondiale".

L'iniziativa gode dell'Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica.