Domani don Adelio Dell'Oro sarà ordinato vescovo

L'ordinazione episcopale avverrà nel Duomo di Milano e sarà presieduta dal cardinale Angelo Scola

Milano, (Zenit.org) | 1108 hits

Sabato 2 marzo, don Adelio Dell’Oro sarà ordinato vescovo. L’ordinazione episcopale sarà celebrata nel Duomo di Milano alle ore 17.30 e presieduta dall’Arcivescovo il cardinale Angelo Scola. Il sacerdote ambrosiano è stato chiamato da papa Benedetto XVI a svolgere il compito di amministratore apostolico nella diocesi di Atyrau, città del Kazakhstan.

Oltre al cardinale Scola, consacreranno vescovo don Dell’Oro, S. E. Mons. Tomasz Peta, Arcivescovo di S. Maria in Astana e Primate del Kazakhstan, S. E. Mons. Miguel Maury Buendia, Nunzio apostolico in Kazakhstan.

Saranno presenti anche S. E. Mons. Josè Luis Mumbiela, Vescovo di Almaty; S. E. Mons. Janusz Kaleta, Vescovo di Karaganda, il Delegato papale Mitrato Vasyl Hovera, autorità ultima in Kazakhstan dei Greco-cattolici, S. E. Mons. Athanasius Schneider, Vescovo ausiliare di Astana.

Sede suffraganea dell’Arcidiocesi di Maria Santissima in Astana (la capitale), l’amministrazione apostolica di Atyrau si trova nella parte occidentale del Paese, vicino al Mar Caspio. Divisa dal fiume Ural che segna convenzionalmente il confine tra Asia e Europa, ha un superficie di 736 mila chilometri quadrati, circa due volte e mezzo l’Italia. Nel 2010 la Diocesi contava 2 mila battezzati (lo 0,1% del totale della popolazione), sparsi in 6 parrocchie affidate alla cura di 7 sacerdoti e 8 religiose. Nella sola parrocchia di Atyrau i fedeli sono circa 400, molti dei quali provenienti dall’estero, dipendenti delle compagnie petrolifere presenti nella regione, tra i quali diversi italiani.

Don Adelio Dell’Oro, 64 anni, assumerà l’incarico ad Atyrau il 24 aprile. Per lui sarà un ritorno. Nella Repubblica asiatica, don Dell’Oro ha vissuto a lungo: dal 1997 al 2007, nella città di Karaganda, dove è stato direttore spirituale e insegnante di italiano del Seminario interdiocesano, nonché docente di lingua e cultura italiana all’Università statale della città; poi, dal 2007 al 2009 ad Astana, dove è stato parroco del villaggio di Vischniovka-Arshaly a 70 chilometri dalla capitale.

Tra gli altri incarichi in terra kazaka Dell’Oro è stato anche insegnante di teologia pastorale nel Seminario di Karaganda, collaboratore del Nunzio apostolico vaticano S. E. Mons. Miguel Maury Buendìa e direttore della Caritas nazionale.

Tornato in Italia ha vissuto nella parrocchia di Cambiago (Mi), è divenuto prorettore al collegio della “Guastalla” di Monza dove ha anche insegnato religione cattolica ed è stato fino al 2012 assistente diocesano della Fraternità di Comunione e Liberazione.

IlVicario Generaledella Diocesi di Milano, monsignor Mario Delpini, riassume così il senso del nuovo incarico: «Don Adelio va vicino alla piccola comunità cattolica che tiene viva la fede come il piccolo seme che germoglia e produce frutto senza far rumore». E sottolineando l’affabilità  caratteristica del neovescovo si è anche detto certo dello stile con cui svolgerà il suo compito: «Incontrando don Adelio, io penso, incontreranno una simpatia, un sorriso, un uomo contento di essere tutto del Signore». Egli sarà dunque – ha concluso, con un’immagine, Delpini - «un sorriso nella steppa».