Domenica, la "Giornata del Pellegrino" di Umbria, Marche ed Abruzzo

Ad Orvieto, il 23 marzo, l'avvio del cammino triennale promosso dall'ORP che nel 2015 approderà al santuario di Loreto

Roma, (Zenit.org) | 200 hits

Domenica 23 marzo è in programma ad Orvieto la Giornata del Pellegrino delle regioni Umbria, Marche ed Abruzzo. Si tratta di un cammino triennale che vede protagoniste le tre regioni dell'Italia centrale.

Si parte da Orvieto che nel biennio 2013-14 celebra il Giubileo Eucaristico, concesso dalla Penitenzieria Apostolica per il 750° Anniversario del Miracolo Eucaristico di Bolsena (1263) e della Bolla “Transiturus” del Papa Urbano IV (1264), che ha avuto inizio nel mese di gennaio del 2013 con l’apertura della Porta Santa delle Basiliche di Orvieto e di Bolsena e che si concluderà nel mese di novembre con la loro chiusura.

La Giornata del Pellegrino approderà poi nel 2015 al santuario di Loreto e nel 2106 a quello di San Gabriele dell’Addolorata in un percorso del Sacro che anno dopo anno attraverserà le tre regioni.

Un cammino, occasione di un’esperienza di pellegrinaggio e di una sosta spirituale, illuminato dalla Vergine Maria, Madre di Dio, che aiuterà i pellegrini ad entrare nel Mistero di Cristo e della Chiesa. In particolare il 2014 sarà incentrato sull’incontro con il Mistero di Cristo che riconosciamo nel pane spezzato. Da qui il titolo che farà da filo conduttore all’iniziativa “Eucarestia, Pane del pellegrino”.

La Giornata, che si propone di essere occasione di incontro per i pellegrini e opportunità di approfondimento del “cammino” cominciato anche durante i pellegrinaggi, avrà inizio domenica mattina alle 10 con l’accoglienza dei partecipanti presso il palazzetto dello sport “Alessio Papini” di Orvieto e proseguirà con i saluti di benvenuto da parte di mons. Liberio Andreatta, Vice Presidente e Amministratore Delegato ORP, il Presidente della Provincia di Terni, Polli, il sindaco di Orvieto, Concina, e mons. Giovanni Tonucci, Arcivescovo Prelato di Loreto e Delegato Pontificio per il Santuario della Santa Casa. Cuore della mattinata sarà la catechesi sul tema della Giornata tenuta da mons. Gualtiero Sigismondi, Vescovo di Foligno.

Spazio poi alle testimonianze prima del pranzo dopo il quale, alle 15, ci si ritroverà davanti al Duomo per il pellegrinaggio giubilare attraverso la Porta Santa presieduta dal Vescovo di Avezzano, mons. Pietro Santoro. Concluderà la Giornata la Celebrazione eucaristica presieduta mons. Benedetto Tuzia, Vescovo di Orvieto-Todi.